AI DOMICILIARI PER COLTIVAZIONE DI MARIJUANA. BOLLETTINO CARABINIERI 26 SETTEMBRE

hashishLAMPORECCHIO. Arresti domiciliari per un pregiudicato del luogo indagato per coltivazione illegale di stupefacenti ai fini dello spaccio, detenzione illegale di munizioni e porto ingiustificato di coltello.

Nella serata di ieri, P.P., 46enne di Lamporecchio, già noto per i suoi trascorsi, è stato sottoposto a controllo mentre transitava in una via del centro con la propria auto e trovato in possesso di due piccoli quantitativi di marijuana suddivisa in due involucri e di un coltello a serramanico, occultato nella tappezzeria dell’abitacolo.

La perquisizione è stata estesa dai militari all’abitazione dell’uomo ove è stata scoperta una coltivazione di una ventina di piante di marijuana di varie dimensioni, poste a dimora in un terreno adiacente alla casa. In un capannone annesso alla stessa abitazione, adibito dal pregiudicato a essiccatoio, sono state trovate altre sei piante le cui foglie erano già pronte per essere confezionate e spacciate. Nello stesso capannone i militari hanno trovato e sequestrato anche 15 cartucce calibro 22 che l’uomo non poteva detenere. Dopo la formalizzazione dell’arresto, su disposizione del Pm di turno il pregiudicato è stato condotto agli arresti presso il proprio domicilio.

carabinieri_112MONTECATINI. Falso allarme nel cuore della notte per un episodio inizialmente qualificato come investimento di pedone con fuga dell’investitore.

Attorno alle 2:30 di questa notte la Centrale Operativa della Compagnia di Montecatini ha ricevuto una richiesta di soccorso da parte di un cittadino straniero che concitatamente riferiva di essere stato investito da un’automobilista che non si era fermato per prestare soccorso.

Nello stesso frangente venivano ricevute chiamate da parte di automobilisti in transito che segnalavano la presenza di una persona riversa a terra in via Toti.

L’intervento congiunto di personale sanitario, che soccorreva l’uomo, un cittadino marocchino 32enne, già noto alle forze di polizia per vari trascorsi, e di un equipaggio della Radiomobile, ha consentito di appurare che la persona era fortemente agitata per l’abuso di alcolici, e che non presentava alcuna lesione dovuta ad investimento, diagnosi confermata dai più accurati esami svolti successivamente presso l’ospedale di Pescia.

Alcuni testimoni rintracciati dai militari hanno riferito che l’uomo, assolutamente fuori di sé, era stato visto camminare pericolosamente sulla carreggiata colpendo con un marsupio varie auto in transito, i cui conducenti erano riusciti ad evitare con pericolose manovre l’investimento dello squilibrato.

L’uomo, che continuava ad avere un atteggiamento molto aggressivo, è stato condotto all’ospedale di Pescia da un ambulanza scortata da un equipaggio della Radiomobile, e successivamente ricoverato per le cure del caso.

[l/a – carabinieri]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento