AL FUORI EXPO LE “FOTOGRAFIE TESSUTE” DI MARCO CALZOLAI

Marco Calzolai con il Sindaco di Montemurlo
Marco Calzolai con il Sindaco di Montemurlo

MONTEMURLO. Montemurlo porta al “Fuori Expo” (la vetrina delle eccellenze pratesi in programma a Milano dal 9 al 15 giugno) la creatività dell’imprenditore, Marco Calzolai, inventore di un brevetto che consente di “tessere” foto, disegni, immagini ad alta definizione e tridimensionalità. L’effetto finale è quello di un ricamo sulla stoffa, ma in realtà quelli che fabbrica Calzolai sono tessuti jacquard in filati pregiati che riproducono, come se fossero stampati, immagini di ogni tipo. Una digitalizzazione tessile.

Il processo, infatti, inizia al computer dove viene elaborata la foto utilizzando un programma simile a photoshop. Dopo di che, come fosse una stampante, il telaio crea una stoffa, con trama e ordito, che riproducono fedelmente il disegno. Insomma, una vera e propria stampante tessile con la quale Calzolai realizza tessuti per l’arredamento e per l’abbigliamento.

Proprio a Milano, nello stand dedicato al “saper fare montemurlese”, Calzolai presenterà alcuni jeans (nella foto) che fanno parte della nuova collezione “Marco Calzolai”, la cui vendita è esclusivamente online su www.marcocalzolai.com.

Nel 2012, con questo metodo, Calzolai ha realizzato i tessuti del divano “Notturno a New York”, una vera e propria opera d’arte creata da Cassina su disegno di Gaetano Pesce (noto design) ed esposta per alcuni mesi al Moma di New York, il museo d’arte contemporanea della Grande Mela. “ Se il tessile italiano, nonostante la crisi e le tante difficoltà di questi ultimi anni, è ancora in piedi, lo dobbiamo alla nostra grande creatività”, dice con orgoglio Marco Calzolari, 54 anni, originario di Bagnolo, che, come suoi tanti suoi colleghi di successo, è un’autodidatta. I suoi studi si fermano alla terza media, ma questo non gli ha impedito d’arrivare in alto.

Titolare di tre aziende a Montemurlo – due in via Rossini a Oste e la Microfil in via Labriola a Bagnolo ( quest’ultima azienda si occupa di semi-lavorati per i lanifici) – ha 54 dipendenti e buone prospettive di crescita. A soli 14 anni Calzolai decise di smettere di studiare, così il babbo, per abituarlo alle asprezze della vita, lo mise a lavorare come operaio nell’azienda di famiglia, senza fargli sconti o favori. Una fortuna per Calzolai, come lui stesso ammette a posteriori, perché è da questa esperienza che matura in lui il desiderio di realizzare qualcosa di innovativo e profondamente suo.

Così, dopo tanti debiti, fonda la sua prima azienda a 22 anni e sedici anni fa inizia la sperimentazione di questo nuovo sistema. Un’idea, nata dalla passione per la fotografia, che, finalmente, nel 2009 si concretizza con l’industrializzazione delle sue “foto tessute”, un prodotto lanciato sul mercato dallo stilista Ermanno Scervino. E proprio le grandi griffe sono i clienti più affezionati di Calzolari: da Armani, a Dolce Gabbana, a Versace, solo per citarne alcuni, mentre i mercati di riferimento sono gli Stati Uniti, la Cina, la Corea, la Germania, ma i suoi tessuti sono esportati un po’ in tutto il mondo.

Per il sindaco del Comune di Montemurlo Marco Calzolai è il simbolo della creatività e della vitalità del distretto industriale montemurlese. Un imprenditore che non ha avuto paura a mettersi in gioco e che porta nel mondo l’eccellenza italiana. Una delle numerose eccellenza della produzione locale che rappresenteranno Montemurlo al “Fuori Expo” di Milano.

[masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento