AL “MUSEO MARINI” MOSTRA DEI PRESEPI D’ARTISTA

John Vander
John Vander

PISTOIA. Dal 5 dicembre al 6 gennaio 2016 è aperta al museo Marino Marini la mostra “Presepi d’artista”. L’inaugurazione avverrà sabato 5 dicembre alle 17.

Continuando l’esperienza degli anni scorsi dei presepi d’artista, anche quest’anno il museo Marino Marini espone i presepi di due artisti, Giacomo Carnesecchi e John Vander, che hanno interpretato il tradizionale tema del presepe in maniera del tutto originale.

La natività per Giacomo Carnesecchi è sintetizzata in 365 tutine. Indumenti che dovrebbero accogliere un nuovo nato, un bambino che rinnoverà il mondo giorno dopo giorno. Ogni tutina è stata preparata con amore, proprio come quando si aspetta l’arrivo di un figlio.

Le tutine di Carnesecchi hanno però un doppio e forte significato, come forte è il tempo dell’Avvento: rappresentano la nascita, quindi i venuti al mondo per la prima volta, ma anche un esplicito riferimento allo sbarco dei tanti profughi che, con l’arrivo in un Paese che li accoglie, vivono una ri-nascita. Così le tutine di Carnesecchi, come le tute degli uomini che portano in salvo i migranti, sono un simbolo salvifico.

Carnesecchi ha dipinto le tutine colorandole dalla parte sinistra, quella del cuore. Poi, la madre dell’artista le ha cucite ad una ad una ed infine Carnesecchi le ha tratteggiate con larghe campiture nere. Il tessuto utilizzato per realizzare le tutine è stato gentilmente donato da “Fa.Ma. Jersey” di Pistoia.

Al grande cumulo delle tutine, tutte timbrate numerate e firmate, faranno da fondale due quadri “figli” della realizzazione delle tutine. L’artista ha scelto di inserire una cornice dorata dell’ ‘800 per creare un contrasto. Il 6 gennaio, negli orari di apertura del museo, Giacomo Carnesecchi regalerà, a chi la vorrà “adottare”, una delle 365 tutine che hanno composto la sua installazione.

Giacomo Carnesecchi
Giacomo Carnesecchi

Giacomo Carnesecchi nasce a Pistoia nel 1979. Frequenta l’istituto d’arte Petrocchi e l’accademia delle Belle Arti di Firenze. Nel 2002 si laurea con una tesi in storia dell’arte contemporanea e attualmente insegna Arte e Immagine nella Scuola secondaria di primo grado.

L’opera di John Vander è composta da tredici tele della “Nativity Suite”.

“Ho iniziato a lavorare a questi dipinti – afferma l’artista – come fosse una “meditazione sulla natività”. Ho scoperto, mentre dipingevo, che dovevo concentrarmi sulla luce. Luce nella stagione più buia. Non solo stagione naturale dell’anno, il solstizio d’inverno, ma anche luce spirituale. Luce come speranza e redenzione”.

John Vander ha studiato a Boston al Museum of Fine Arts.

Durante il periodo estivo e autunnale vive nel Maine e in autunno si trasferisce in Toscana.

Per informazioni contattare:

  • Museo Marino Marini – Palazzo del Tau
  • Corso Silvano Fedi, 30 51100 – Pistoia
  • Info tel: 0573 30285 mail: fmarini.direzione@gmail.com
  • web: www.fondazionemarinomarini.it
  • Orario: dal lunedì al sabato dalle 10 alle 17. Chiuso la domenica.
  • Aperture straordinarie del mese di dicembre: sabato 5 dalle ore 10 alle 19; domenica 6 dalle 14 alle ore 19; martedì 8 dalle 10 alle 18; sabato 26 dalle 10 alle 18; chiuso il 25 dicembre.
  • Aperture straordinarie del mese di gennaio: venerdì 1 dalle 16 alle 19; domenica 3 dalle 14 alle 19; mercoledì 6 dalle alle 18.

[comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento