AL POLITEAMA PRATESE LA “VENERE NEMICA” DI DRUSILLA FOER

Sabato 25 gennaio l'iconica attrice-cantante-autrice rileggerà in modo croccante la favola di Apuleio "Amore e Psiche"
Drusilla Foer

“… se c’è una cosa che un Dio detesta è non essere creduto…”

PRATO. Sabato 25 gennaio alle ore 21 al teatro Politeama Pratese, fuori abbonamento, Franco Godi — Best Sound presenta “Venere Nemica”, il nuovo spettacolo scritto e interpretato da Drusilla Foer (attrice, cantante e autrice) per la regia di Dimitri Milopulos con la partecipazione di Elena Talenti, cantante e attrice di musical di successo (Sister Act), con musiche originali cantate dal vivo.

Le prove

Seconda prova autorale, dopo il successo di Eleganzissima, il recital che per primo ha fatto conoscere al pubblico teatrale il talento ironico e sagace della iconica signora dallo stile unico, Venere Nemica ha un testo ispirato alla favola di Apuleio Amore e Psiche, riletta in modo croccante, divertente, commovente, a tratti tragico, che tocca temi antichi e attuali, come la competizione suocera/nuora, la bellezza che sfiorisce, la possessività materna, il conflitto secolare fra uomini e dei.

La sinossi:

Venere, la dea immortale, quindi tutt’ora esistente, vive lontano dall’Olimpo e dai suoi odiati parenti. Dopo aver girovagato per secoli, abita attualmente a Parigi fra i mortali.

Non essendo gli Dei più creduti, la dea della bellezza e dell’amore finalmente può permettersi di vivere nell’imperfezione dell’umano esistere.

“Immaginate la mia gioia! Una dea condannata a vivere nell’eterna umidità del mare, scoprire l’esistenza della messa in piega”

Ricordando in un flashback comico e tragico, la vicenda di Amore, il figlio ingrato e disobbediente, e Psiche, sulla quale proietta – da suocera nemica – tutto il suo rancore di Dea frustrata e insoddisfatta, Venere si vendica “sulla straordinaria mortale, creduta venere in terra”.

Foto di Serena Gallorini

Deus ex-machina crudele e spietata, Venere ricorda l’unica occasione in cui ha provato un sentimento di amore curando il figlio che fuggito dall’amata Psiche, torna da sua madre, dea e padrona, per farsi lenire le ferite di un amore ingannato.

“… io sono sempre stata la mia sola priorità…”

Senese di nascita e cresciuta a Cuba, Drusilla Foer, al secolo Gianluca Gori, ha vissuto a Parigi, Chicago, Bruxelles, Madrid, Viareggio e New York. Da anni in Italia abita a Firenze. Ha lavorato nel cinema, in televisione, in radio. Adesso canta e racconta storie in teatro, sostenuto/a da un grande artista, Franco Godi, “un bell’uomo dai capelli bianchi che detesta essere definito il mio agente”. E’ diventata una icona di stile e musa di grandi fotografi grazie al personaggio che ha creato il suo alter ego al femminile letteralmente irresistibile.

Drusilla Foer è nota in Tv anche per essere l’ospite fissa nel programma di Piero Chiambretti CR4 – La Repubblica delle Donne.

Info e prevendite:

Teatro Politeama Pratese, Via G. Garibaldi, 33 – PRATO

Tel. 0574/603758

teatro@politeamapratese.com

Andrea Balli

[andreaballi@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email