AL TEATRO MANZONI CON RADOVAN VLATKOVIĆ

Radovan Vlatković, corno. 22 dicembre [press photo]
Radovan Vlatković, corno. 22 dicembre [press photo]
PISTOIA. Stagione Sinfonica Promusica 2016/2017 – XIII edizione, 25 novembre 2016 – 26 maggio 2017 Secondo Concerto Giovedì 22 Dicembre 2016 ore 21 – Teatro Manzoni Pistoia Orchestra Leonore – Fondazione Promusica Pistoia Daniele Giorgi – Direttore Radovan Vlatković – Corno Richard Strauss, Concerto per corno e orchestra n. 1 in Mi bemolle maggiore op. 11 Wolfgang Amadeus Mozart, Rondò per corno e orchestra in Re maggiore K 514 Ludwig van Beethoven, Sinfonia n. 1 in Do maggiore op. 21.

Dopo il grande successo del concerto inaugurale, la XIII edizione della Stagione Sinfonica Promusica prosegue giovedì 22 dicembre alle 21 al Teatro Manzoni con Radovan Vlatković, uno dei più celebri cornisti del mondo, insieme a Daniele Giorgi alla guida dell’Orchestra Leonore, l’orchestra della città Capitale Italiana della Cultura 2017.

Il noto critico del Times, Geoff Brown, ha scritto di Vlatković: “…un altro grande che sa ricavare suoni meravigliosi, ricchi di colori, da uno strumento difficile quale il corno moderno. Il controllo da lui mostrato nel secondo Concerto di Richard Strauss è stato straordinario, specialmente nel secondo movimento, dove è riuscito a far ‘cantare’ lo strumento in perfetta intesa con l’orchestra, senza ricorrere ad alcun tipo di manierismo.” (London Symphony Orchestra / V. Gergiev, Londra, febbraio 2010) .

Al centro del secondo appuntamento della stagione un programma variegato e coinvolgente in cui spicca il Concerto n. 1 per Corno e orchestra di Strauss che conquisterà il pubblico con il suono dello strumento che più di ogni altro il compositore ha amato.

Scritto a diciannove anni, il concerto sottolinea l’influenza che, nella vita dell’artista, ha avuto il rapporto con il padre, Franz, primo corno dell’orchestra di corte di Monaco di Baviera, e uno dei più importanti cornisti-virtuosi del suo tempo.

Insieme a Mozart, poi, ci “prenderemo gioco” di tutti i cornisti del mondo con il Rondò per corno e orchestra in Re maggiore K 514, nel quale il corno si ritrova a “battibeccare” elegantemente con gli archi e i due oboi.

Nella seconda parte infine lo sguardo dell’Orchestra Leonore sarà puntato su uno di quei brani che non finiranno mai di stupire: la Sinfonia n. 1 in Do maggiore op.21 di Beethoven, la prima creazione di quello straordinario corpus sinfonico che fu inteso, dai contemporanei e dai posteri – come scrive Arrigo Quattrocchi – “un monumento rivoluzionario, una vera e propria pietra di paragone ineludibile per tutti i compositori che volessero cimentarsi nel genere della sinfonia”. Radovan Vlatković – Nato a Zagabria nel 1962 ha completato i suoi studi presso l’Accademia di Musica di Zagabria e presso l’Accademia di Musica di Detmold, in Germania.

Radovan Vlatkovic è stato premiato con il Primo Premio al prestigioso Concorso ARD di Monaco di Baviera (1983), assegnato a un cornista per la prima volta dopo 14 anni. Ciò ha portato a numerosi inviti a festival musicali e in vari teatri in Europa, USA, Canada, Sud America, Giappone e Australia.

È stato primo corno presso la Radio Symphony Orchestra di Berlino (1982-1990); tra il 1992 e il 1998 ha ricoperto la carica di Docente presso la Hocschule für Musik Stuttgart.

Dal 2000 è titolare della Cattedra di corno “Canon” presso il Conservatorio “Reina Sofia” di Madrid ed insegna alla Musikhochschule di Zurigo. È inoltre professore al Mozarteum di Salisburgo e membro onorario della Royal Academy of Music di Londra.

Si è esibito come solista con molte prestigiose orchestre: Symphonie Orchester des Bayer, Rundfunks, Radio Stuttgart, Deutsches Symphonie Orchester Berlin, BBC Symphony, City of Birmingham, English Chamber, Scottish Chamber, Academy of Saint Martin in the Fields, Mozarteum Orchestra, Camerata Salzburg, Wiener Kammerorchester, Göteborg Orchestra (Sweden), Santa Cecilia Roma, San Carlo Napoli, Orchestra Sinfonica Verdi Milano, London Symphony, Firenze ORT, OSN della RAI Torino, Rotterdam Philharmonie, Zürcher Chamber, Philharmonique de Lyon, Philharmonique de Strasbourg, NHK Tokyo Metropolitan, Yomiuri Orchestra, Adelaide and Melbourne.

Collabora regolarmente con musicisti quali Andràs Schiff, Heinz Hollliger, Elmar Schmid, Klaus Thunemann, Kolja Blacher, Natalia Gutman. Molto richiesto come musicista da camera, si è esibito al Gidon Kremer’s Lockenhaus, allo Sviatoslav Richter’s December Evening a Mosca, al Kreuth Festival, al Rudolf Serkin’s Marlboro, all’Andràs Schiff’s Mondsee festival, al Pablo Casal’s Prades, a Salzburg, Vienna, Edinburgh, Dubrovnik. Si è esibito negli Stati Uniti, Sud America, Australia, Israele, Corea, Giappone, Cina e Malesia.

Radovan Vlatkovic è membro dell’ensemble “Les vents français”, cinque dei migliori musicisti di strumenti a fiato al mondo, ognuno solista virtuoso. Celebrano la musica francese per strumenti a fiato e nel 2012 fanno il loro debutto al Festival di Edimburgo.

Ha partecipato alla prima esecuzione di opere di Elliott Carter, Sofia Gubaidulina, Heinz Holliger e alla première di Winterreise di Krzysztof Penderecki a Brema nel maggio del 2008. Ha ricevuto il premio della critica tedesca per molte delle sue registrazioni, come i Concerti di Mozart e Strauss con la English Chamber Orchestra e Jeffrey Tate, opere di Saint-Saëns con l’Ensemble Orchestral de Paris e Jean – Jacques Kantorow, la Serenata per tenore, corno e archi di Britten con Neil Jenkins e l’Ensemble Oriol di Berlino, i Concerti per due corni di Leopold Mozart e Fasch con Herrmann Baumann e l’Academy of Saint Martin in the Fields e Iona Brown, per EMI, DECCA, Philips, Deutsche Grammophon, Teldec, Dabringhaus & Grimm e Denon. Radovan Vlatkovic suona un doppio corno completo Modello 20 M Paxman di Londra.

Daniele Giorgi, direttore d’orchestra, compositore e violinista, considera una ricchezza irrinunciabile dedicarsi alla musica da più prospettive. Nato a Firenze nel 1970, si diploma in violino con il massimo dei voti presso il Conservatorio Luigi Cherubini perfezionandosi in seguito al Conservatorio (Scuola Universitaria di Musica) della Svizzera Italiana.

Dal 1999 violino di spalla dell’ORT-Orchestra della Toscana, nel 2003 inizia a dedicarsi alla direzione d’orchestra sotto la guida di Piero Bellugi e Isaac Karabtchevsky. Nel 2004 vince il 2° premio assoluto all’ottava edizione del Concorso Internazionale per Direttori d’Orchestra “Antonio Pedrotti” di Trento, aggiudicandosi inoltre il premio speciale del pubblico ed il premio per la migliore esecuzione del brano di musica contemporanea. Da quel momento collabora con numerose orchestre fra cui la Haydnorchester di Trento e Bolzano, l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’ORT-Orchestra della Toscana, la Czech Chamber Philharmonic.

Nel luglio 2006 ha inaugurato il 31° “Cantiere d’Arte” di Montepulciano, festival internazionale fondato nel 1989 da Hans Werner Henze. Nel settembre 2006 è stato invitato alla “Sagra Musicale Umbra” sul podio dell’Orchestra della Toscana per la prima esecuzione italiana di Die beiden Pedagogen di Mendelssohn. Nel 2008 è stato preparatore della Symphonica d’Italia per i concerti diretti dal M° Lorin Maazel.

Ha collaborato con solisti come Juliane Banse, Yuri Bashmet, Kolja Blacher, Stanislav Bunin, Renaud Capuçon, Roberto Cominati, Enrico Dindo, Ingrid Fliter, Alban Gerhardt, Ilya Grubert, Freddy Kempf, Viktoria Mullova, Miklós Perényi, Boris Petrushansky, Alexander Romanovsky, Viktor Tetriakov, Francois-Joel Thiollier.

È Direttore Artistico de “L’Antidoto”, rassegna di musica da camera della “Fondazione Pistoiese Jorio Vivarelli”. Dal 2004 collabora con la Fondazione Pistoiese Promusica. A partire dalla stagione 2014/2015 è Direttore Musicale dell’Orchestra Leonore e Responsabile della programmazione artistica della Stagione Sinfonica Promusica.

Orchestra Leonore – Fondazione Pistoiese Promusica Voluta e promossa dalla Fondazione Pistoiese Promusica, l’Orchestra Leonore nasce nel 2014 come espressione dell’idea precisa del fare musica insieme come atto di condivisione autentica, riunendo in questo obiettivo comune musicisti eccellenti attivi in prestigiosi ambiti cameristici e con esperienze in importanti orchestre internazionali (tra cui Lucerne Festival Orchestra, Berliner Philharmoniker, Accademia di Santa Cecilia, Mahler Chamber Orchestra, Chamber Orchestra of Europe, Orchestra Mozart, Sydney Symphony Orchestra) sotto la Direzione Musicale di Daniele Giorgi.

Fin dal suo esordio il “fenomeno Orchestra Leonore” si è guadagnato l’attenzione del mondo musicale a livello nazionale per la straordinaria energia e naturalezza delle interpretazioni e per l’intesa gioiosa fra i musicisti («Ciò che sembrava un’utopia, un gruppo di (belle) persone ha trasformato in realtà. Sonora. E di quale qualità!» – Helmut Failoni, Corriere Fiorentino) distinguendosi anche per lo speciale rapporto che viene instaurato con i solisti, resi partecipi del progetto e coinvolti attivamente nella prospettiva di un autentico incontro di esperienze volto ad un arricchimento musicale reciproco.

Parallelamente alla nascita dell’Orchestra Leonore, la Fondazione Promusica ha istituito il concorso “Listen 2.0” per l’assegnazione di borse di studio, grazie a cui i giovani musicisti hanno l’opportunità di partecipare ad un’importante esperienza formativa suonando nella Leonore al fianco di eccellenti professionisti. Già dopo i suoi primi concerti, la Leonore è stata invitata come ospite in diverse importanti stagioni concertistiche italiane.

«L’Orchestra Leonore è un gruppo da camera allargato, formato da musicisti di altissimo livello, ma prima ancora da persone entusiaste di suonare insieme. Giacché questo è ciò che fa il “valore” di un’orchestra: non solo la somma di splendidi strumentisti, ma anche e soprattutto la loro volontà e capacità di raggiungere, attraverso l’attitudine all’ascolto reciproco, un obiettivo umano e musicale comune; e di condividerlo con il pubblico.» (Daniele Giorgi, Direttore Musicale). Il programma della Stagione Sinfonica è consultabile sul sito www.fondazionepromusica.it.

I biglietti per i concerti sono in vendita alla Biglietteria del Teatro Manzoni di Pistoia e on line su www.teatridipistoia.it. La stagione è realizzata con la collaborazione organizzativa dell’Associazione Teatrale Pistoiese.

[marchiani – teatro manzoni]

Scarica: concerto

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento