ALEPPO COME SARAJEVO? UN MESSAGGIO DA PISTOIA

Un primo strumento per scuotere le coscienze e il silenzio in occasione della giornata della Pace, intitolata a Giorgio La Pira
Giorgio La Pira
Giorgio La Pira

PISTOIA. La tragedia di Aleppo (Siria) interroga tutti noi.

Secondo l’agenzia Onu per i diritti umani tutte le parti in lotta si stanno macchiando di crimini di guerra nella battaglia per la conquista della città.

Anche il ruolo delle Nazioni Unite appare contradditorio e scarsamente efficace mentre sembrano falliti i negoziati per una tregua umanitaria tra Usa e Russia.

Mai come ora non basta denunciare abusi e raccontare la realtà che sta degenerando intorno a noi, con l’avanzare di egoismi, muri, rifiuto dell’altro.

È vitale fare un passo avanti e assumersi la responsabilità di cercare di cambiare le cose.

Noi non vogliamo essere assenti in questo teatro di guerra feroce e combattuta senza onore: se si tace, si diviene complici di questi omicidi di massa che non possono essere compiuti anche in nostro nome.

Ci rivolgiamo a voi ambasciatori siriani, russi, americani al nostro ministro degli Esteri e all’Unione Europea (nella persona di Federica Mogherini) per portare alle famiglie che vivono sotto le bombe, un piccolo contributo di presenza di conoscenza e di partecipazione alla lotta per la sopravvivenza.

Per non cedere alla barbarie e alla disperazione.

Se muore Aleppo, muore anche una parte della nostra umanità.

Primi firmatari: cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato Vaticano, onorevole Antonio Tajani vice presidente vicario del Parlamento Europeo, senatore Vannino Chiti, Samuele Bertinelli, sindaco di Pistoia, Emilio Maionchi, Francesco Lauria, Marco Frediani, Ivano Paci, Luciana Rossi Navilia, Franco Burchietti, Giancarlo Niccolai, Giuliano Calvetti, Matteo Venturini, Don Massimo Biancalani, Don Giordano Favillini, Giorgio Federighi, Alberto Vivarelli, Arcangelo Alfano, Giovanni Moschini, Rachele Moschini, Margherita Moschini, Fabrizio Fagni, Rosaria Alfano, Gabriel Dumutri, Eusabio Farkas, Alessio Bartolini, Cosimo Frido, Ugo Feroci, Gianni Gasperini, Loriano Caruso, Giovanna Roccella.

Per informazioni e adesioni

Emilio Maionchi

3245312712; emimai@alice.it

[francesco lauria]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento