alla fondazione tronci. LA CRISI NELLA VITA DI COPPIA

Coppia (da vitadicoppia.blogsfere.it
Coppia [da vitadicoppia.blogsfere.it]

PISTOIA. L’Associazione Culturidea dopo il primo incontro dedicato all’amore letterario di Romeo e Giulietta dedica la seconda serata del ciclo “Pensando ad Atene”, all’amore concreto di coppia inteso proprio come relazione di coppia.

Il tema della serata sono proprio la relazione e il momento e gli accadimenti che avvengono quando questa va in crisi e iniziano i momenti di tensione, rabbia, disillusione, disperazione.

Questi momenti purtroppo non coinvolgono sempre soltanto adulti, ma spessissimo a subire i danni maggiori sono i figli della coppia stessa, i quali, loro malgrado, possono anche divenire motivo di contesa e litigio.

Domani, martedì 19 gennaio, alle 21, in corso Gramsci 37, presso la Fondazione Luigi Tronci, affronteranno il tema da due divergenti punti di vista, Roberto Ciabatti, consoleur, direttore centro Adel di Prato, e Francesca Longinotti psicologa e psicoterapeuta pistoiese.

Francesca Longinotti articolerà il proprio argomentare su come sia possibile, anche attraverso un’adeguata terapia di coppia, cercare di ricostruire un rapporto relazionale sereno, mentre Roberto Ciabatti puntualizzerà quali possono essere i punti di partenza da cui è possibile che segua o la fine di tale relazione o l’inizio di una rinnovata relazione.

Si possono cercare molte spiegazioni e trovare molte griglie di lettura per comprendere perché una relazione finisca. Tuttavia è importante capire, è rilevante, per apprendere dall’esperienza, analizzare alcune ipotesi di ricerca dell’evento separazione.

Fra i molti approcci possibili, tre sono particolarmente in uso: uno d’ispirazione psicanalitica, l’altro più legato alla ricerca empirica, il terzo, infine, di tipo storico evolutivo.

Ciabatti, Papi e Longinotti
Ciabatti, Papi e Longinotti

Quando una coppia precipita nel baratro della separazione, questo avvenimento non è quasi mai un fulmine a ciel sereno, ma solitamente viene preceduto da tutta una serie di segnali abbastanza chiari ed inequivocabili, che preannunciano l’imminente crisi o processo separativo.

Molti sono i segnali che testimoniano la sofferenza in una coppia: umori, malumori, prolungati silenzi, arrabbiature, grida, spalle girate pur rimanendo sempre nello stesso letto, addormentamenti sempre più in differita temporale, camere e cuori separati.

I figli, la casa, i non trascurabili impegni economici, spingono la coppia a rimanere insieme, facendo finta di non ascoltarsi e non ascoltare il malessere che serpeggia dentro ognuno di loro. Si tratta spesso un malessere cupo, sordo, nutrito da dispetti e disprezzi taciuti, una sorta di “sincronia triste” e spesso immobile.

La vita sessuale della coppia, nel tempo, intimità dopo intimità ed arrabbiatura dopo arrabbiatura, diventa sempre più scadente, fino alla sua totale estinzione, a volte protratta anche per anni.

Di tutto questo si discuterà domani alla Fondazione Tronci nell’incontro promosso ed organizzato da Culturidea.

[culturidea]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento