ALLA MACCHIA ANTONINI UNA FESTA POPOLARE CHE RESISTE DA 192 ANNI

In programma domenica 18 agosto nel comune di San Marcello Piteglio sulla Montagna Pistoiese

 

La Macchia Antonini in una vecchia cartolina

PISTOIA — SAN MARCELLO PITEGLIO. Domenica 18 agosto alla Macchia Antonini, nel comune di San Marcello Piteglio sulla Montagna Pistoiese, si svolgerà una delle più antiche feste toscane, iniziata nel lontano 1827 per volontà testamentaria di Pellegrino Antonini, proprietario di questi vasti terreni.

Nel magnifico scenario di un luogo immerso nella natura, viene organizzata ogni anno una festa che affonda le radici in una storia d’altri tempi.

Se molti cittadini possono godere di un luogo ben curato dove poter trascorrere belle giornate a contatto con la natura lo devono al protagonista di tale storia, Pellegrino Antonini, generoso e ricco proprietario terriero, nonché ingegnere, che con un testamento del 1825 decise di donare, a beneficio della popolazione, più di 200 ettari di terreno. Pellegrino aveva ereditato questo grande appezzamento di terra da suo padre Felice che lo aveva acquistato nel 1778 dal Granduca di Toscana.

La famiglia Antonini trasformò la zona, puramente boschiva, nel luogo incantevole che è possibile ammirare ancora oggi, fatto di zone con una fitta vegetazione che si alternano a radure, a cui si aggiunsero una Villa Fattoria e alcune strade per potervi arrivare.

La festa alla Macchia Antonini

Fra le disposizioni testamentarie di Pellegrino Antonini vi è quella che prevede l’obbligo di organizzare, ogni anno e in perpetuo, una festa popolare in suo onore nella domenica più vicina al 20 di agosto.

Oggi la proprietà è amministrata dal Legato Antonini, un ente benefico costituito appositamente per tale scopo, la cui sede si trova nel Comune di Pistoia.

E così la storia giunge fino a noi, 192 anni dopo l’istituzione di questa festa che attrae sempre numerose persone la prima domenica dopo Ferragosto. Si parte alle 10.30 nella località Al Monte dove ci sarà un ritrovo in abiti novecenteschi (dai primi del ‘900 agli anni ’60) per festeggiare con musiche e canti la giornata.

A seguire pranzo al sacco a cura della Proloco di Casa di Monte (info 328-0782691).

Alle 11.30 è in programma la celebrazione della Santa Messa e alle 16 la rievocazione della festa in abiti rinascimentali a cura del Gruppo storico 1° Comune d’Italia MCV con partenza dal bosco oltre la cappella della famiglia Antonini e arrivo al pratone.

Alle ore 16.30 si terrà la tradizionale cocomerata di mezza estate allietata dalla musica della banda comunale e uno spettacolo di intrattenimento con il fantasista, mago e giocoliere Diego.

Per ulteriori informazioni contattare PistoiaInforma all’800-012146 oppure http://www.cultura.comune.pistoia

[comune di pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email