ALLA SALA BANTI “LA METAFISICA DELLA BELLEZZA: LETTERE DALLE CASE CHIUSE”

Appuntamento domani venerdì 26 novembre alle ore 21. L’attrice Amanda Sandrelli, a differenza di quanto in precedenza comunicato, non potrà prendere parte allo spettacolo

MONTEMURLO. Continuano a Montemurlo le iniziative in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne. Domani, venerdì 26 novembre al teatro della Sala Banti andrà in scena lo spettacolo “La Metafisica della bellezza: lettere dalle case chiuse”, dalle lettere delle prostitute alla senatrice Merlin di Elena Arvigo con Elena Arvigo. In collaborazione con il Teatro delle donne di Firenze. Ingresso gratuito, con prenotazione consigliata scrivendo a promo.cultura@comune.montemurlo.po.it. L’attrice Amanda Sandrelli, a differenza di quanto in precedenza comunicato, non potrà essere presente allo spettacolo a Montemurlo per problemi tecnici.

“Utopie? No, non esistono utopie. Ogni idea che nasce da un bene, al quale giustamente aspirano gli uomini, si fa reale con la volontà e l’amore verso gli altri ”.Lina Merlin. Questo spettacolo nasce dal desiderio di indagare la pornografia della verità attraverso la figura della prostituta. Si cerca di mettere a fuoco, attraverso la lente del materiale raccolto – la storia reale delle ragazze delle “case“. Le “case chiuse” vengono chiuse il 20 Settembre 1958 grazie all’ impegno e alla tenacia proprio di una donna, Lina Merlin, prima donna ad essere eletta in Senato, e grazie alla sua proposta di legge per eliminare lo sfruttamento della prostituzione e per chiudere quindi le case chiuse.

[masi —comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email