“ALL’ARIA APERTA. L’IGIENE NELLA CAMPAGNA TOSCANA DEL ‘900”

Domenica 22 settembre, ore 17, a Casa di Zela un incontro sull'igiene e l'ideologia del riciclo nella campagna toscana
La locandina

QUARRATA. Come si viveva nella campagna toscana nel secolo scorso? Se ne parla domenica 22 settembre, alle ore 17, a Casa di Zela, Caserana (Quarrata), nella conversazione – passeggiata “All’aria aperta. L’igiene nella campagna toscana del ‘900”.

Nel corso dell’incontro si potranno visitare un licit, il gabinetto in uso nelle campagne, ricostruito in un campo per l’occasione, e un’esposizione di oggetti legati al tema dell’igiene, ma anche ascoltare racconti della tradizione orale.

Ai partecipanti sarà distribuita una dispensa preparata dall’Associazione Amici Casa di Zela che ha organizzato l’incontro. In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà all’interno.

L’incontro è inserito nel programma nazionale promosso, a conclusione di tre anni di attività, dalla Commissione Case Museo di Icom (International Council of Museums) ed è inserito nel calendario delle Giornate europee del patrimonio.

Musei, case, case museo..

Le condizioni di vita nelle case dei contadini nel secolo che ha visto l’uomo andare sulla luna non sono oggi immaginabili. Alla fine degli anni ’70 del Novecento sono ancora in Toscana case senza bagno e senza acqua.

Se nella campagna l’arretratezza nei servizi igienici è marcata, nella città è più circoscritta ma comunque presente. Sabatino Ferrali, lo storico canonico della Cattedrale di Pistoia, denuncia, alle fine del 1960, l’esistenza di vere e proprie topaie nelle vie circostanti a piazza del Duomo.

L’arrivo del bagno nelle case è comunque tardo rispetto ad altre comodità. Il concetto di bagno come l’attuale si forma intorno al 1880.

Arriva nella casa solo dopo le infrastrutture fognarie e l’acquedotto. Quando si lega alla camera da letto inizia per gli storici “l’intimizzazione” del bagno.

La parola “carta igienica” entra nel vocabolario della lingua italiana nel 1964.

[casa di zela]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email