ambiente. OBIETTIVO PISTOIA DEPURATA

Al via i cantieri di Publiacqua a Nespolo, Chiazzano e Le Querci
Il depuratore centrale di Pistoia

PISTOIA. Obbiettivo Pistoia depurata. È questo l’obbiettivo che Amministrazione Comunale e Publiacqua si sono poste per far fare un salto in avanti fondamentale alla città sul piano del rapporto con l’ambiente ed il suo splendido territorio ed in generale sul piano della sostenibilità.

Una vera e propria “rivoluzione verde” per realizzare la quale sono stati messi in campo investimenti importanti finalizzati al collettamento e trasporto a depurazione delle zone della città ancora non servite. Uno sforzo logistico ed economico che ha il suo perno fondamentale nel potenziamento e rinnovo del Depuratore Centrale di via Toscana.

Un intervento da circa 14 milioni di euro che consentirà al principale impianto di depurazione della città di aumentare il suo potenziale di trattamento dagli attuali 50.000 ai futuri 90.000 abitanti equivalenti.

Come detto, nonostante l’emergenza sanitaria in atto che ha fatto slittare la data d’inizio di diversi cantieri, il 20 aprile sono stati consegnati i lavori per l’intervento su fognatura e acquedotto delle zone di Chiazzano, Nespolo e Le Querci ed il lavoro partirà su strada ai primi di giugno.

La fine dei lavori è prevista per la fine del 2021. Il costo complessivo dell’opera è di oltre 6,5 milioni di euro (di cui 5 per la parte fognaria).

NUMERI E CARATTERISTICHE DELL’INTERVENTO SULLA FOGNATURA

L’intervento ha l’obbiettivo di eliminare 8 scarichi diretti in ambiente presenti in zona. Per far questo saranno realizzati nuove opere di sfioro che andranno ad eliminare i citati scarichi in ambiente. Questo consentirà la separazione delle acque di magra dalle acque di pioggia.

L’inizio dei lavori della fognatura in via Antonelli

I reflui saranno convogliati a depurazione attraverso la nuova condotta fognaria costruita lungo via Pratese. Questo nuovo tratto fognario è costituito da dieci tratti a gravità e da quattro tratti in pressione alimentati da quattro nuovi impianti di sollevamento. I reflui così raccolti (circa 2 mila Abitanti Equivalenti) saranno recapitati nella condotta e poi al depuratore Centrale di Pistoia; i reflui della zona Le Querci saranno invece recapitati verso la rete di Agliana e da qui a depurazione.

Il recapito del collettore fognario della zona Ovest all’Impianto di depurazione Centrale di Pistoia richiede l’attraversamento del Torrente Brana e sarà realizzato con tecnica micro-tunelling.

In sintesi:

  • 5.000 metri circa di nuova condotta fognaria a gravità DN 200 / DN 400
  • 3.000 metri circa di nuova condotta fognaria in pressione DN 100 / DN 300
  • 8 manufatti di sfioro in corrispondenza degli scarichi diretti che verranno eliminati

 

L’INTERVENTO SULLA RETE IDRICA

In contemporanea con i lavori su collettori e fognatura, sarà inoltre realizzato un intervento sulla rete idrica che prevede la posa di una nuova condotta dell’acquedotto di distribuzione in sostituzione di quella esistente. La tubazione sarà realizzata in ghisa DN 300 (30 centimetri di diametro) e correrà parallela alla nuova rete fognaria.

UN LAVORO CHE PROCEDE PER STEP

Il cantiere procederà per step dalla località Nespolo in direzione di Prato ed al termine di ognuno di essi sarà realizzato un ripristino stradale provvisorio in modo da consentire il transito regolare degli automezzi.

Il traffico sui tratti di strada di volta in volta interessati dal cantiere sarà regolato attraverso l’istituzione di un senso unico alternato regolato da impianto semaforico.

Acquedotto

Una volta terminata la posa delle tubazioni, delle opere di sfioro e di sollevamento, saranno invece effettuati impatti localizzati per realizzare gli allacci idrici alla nuova condotta dell’acquedotto. Ultimata anche questa parte dei lavori, sarà realizzato il ripristino stradale definitivo.

Di seguito gli step di lavoro relativi alle sole opere che impattano direttamente sulla sede stradale e quindi sulla viabilità (la tempistica riportata è puramente indicativa in quanto soggetta a variazioni per eventuali problemi tecnici o meteo avverso):

1)   Lavori di posa tubazioni per circa 470 metri lineari su tratto di via Pratese indicativamente civici 103-179 in direzione Prato (11 settimane circa);

2)   Lavori di posa tubazioni per circa 390 metri lineari su tratto via Pratese indicativamente civici 179-231 in direzione Prato (7 settimane circa);

3)   Lavori di posa tubazioni per circa 370 metri lineari su tratto via Pratese indicativamente civici 231-265 in direzione Prato (6 settimane circa);

4)   Lavori di posa tubazioni per circa 715 metri lineari su tratto via Pratese indicativamente civici 265-355 in direzione Prato (10 settimane circa).

LAVORI CHE FANNO BENE ALL’AMBIENTE

Ricordiamo che l’intervento Nespolo-Chiazzano-Le Querci, rientra in un piano complessivo di interventi sul territorio di Pistoia finalizzati ad eliminare i 37 scarichi diretti in ambiente (corrispondenti a circa 13.000 abitanti equivalenti) per collettarli appunto a depurazione.

Di questo piano è parte fondamentale appunto il già ricordato intervento di potenziamento dell’Impianto Centrale di Depurazione che ne aumenterà le potenzialità di trattamento a 90.000 ab/eq e che ha un costo di circa 14 milioni di euro.

Dal 2018 al 2024 Publiacqua investirà oltre 80 milioni di euro sul sistema acquedottistico di Pistoia e Provincia e di questi una quota importante (circa 34 milioni di euro) riguarda proprio depurazione e fognatura con opere strutturali come appunto il già ricordato potenziamento del Depuratore di via Toscana, la realizzazione del nuovo Depuratore di Bottegone e dei relativi collettori (Nespolo-Chiazzano-Le Querci, Pontenuovo ecc.). Un complesso si lavori su impianti e che prevedono la realizzazione di circa 45 Km di nuova rete idrica e di circa 20 Km di collettori per trasformare il sistema acquedottistico pistoiese.

Per informazioni sui lavori il Comune di Pistoia mette a disposizione il numero 0573 371685 (PistoiaInforma).

Lorenzo Perra

« I lavori di potenziamento ed estensione che stanno per essere avviati – sottolinea il Sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi – daranno un impulso decisivo al lavoro di efficientamento del sistema depurativo del nostro territorio, con evidenti ricadute positive sull’ambiente e per le famiglie.

È un passo avanti fondamentale e strategico, quindi, che permette a Pistoia di ampliare notevolmente il bacino di utenza servito dall’impianto di depurazione, fino a raggiungere oltre il 90 per cento delle abitazioni.

Andiamo così ad alzare l’asticella dei servizi essenziali offerti sul territorio, eliminando molti scarichi diretti in natura e garantendo migliori risultati gestionali e soprattutto ambientali. Siamo consapevoli che interventi alla rete idrica così lunghi e imponenti potranno causare qualche disagio, ma assicurare un corretto trattamento delle acque reflue è un passaggio decisivo per la tutela della salute, dell’ambiente e del territorio. Rendere possibile il passaggio alla depurazione rappresenta, dunque, un’occasione di ulteriore valorizzazione del territorio e dei piccoli centri abitati del nostro comune».

“I lavori che iniziano dalla prossima settimana in via Provinciale Pratese sono fondamentali per la tutela dell’ambiente del territorio di Pistoia – spiega il Presidente di Publiacqua Lorenzo Perra. Publiacqua è impegnata ormai da diversi anni nella realizzazione di importanti investimenti per dotare i nostri territori di adeguati sistemi di depurazione.

Un obbligo normativo, ma, soprattutto, un obbligo per garantire la qualità ambientale dei nostri territori. Negli ultimi anni Publiacqua, sul territorio gestito, ha investito ben oltre i 120 milioni di euro nella depurazione e nel collettamento dei reflui, portando la percentuale di popolazione depurata dal 60% dei primi anni duemila ad oltre l’80% attuale. Interventi che riguardano anche la città di Pistoia (a iniziare dall’ampliamento e riqualificazione del depuratore centrale), dove per i prossimi cinque anni, Publiacqua investirà circa 81 euro ad abitante all’anno, rispetto ad una media dei Comuni gestiti di 48 euro ad abitante, in particolare nella realizzazione dei collettori e delle infrastrutture necessarie a trasportare i reflui verso il Depuratore di via Toscana”

[comune di pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email