ambulanti. STORIA DI ORDINARIA CONFUSIONE

Spostamento del mercato
Spostamento del mercato

MONTECATINI. Quando pensi di aver toccato il fondo arriva l’assessore delegato alle attività produttive, bravo e competente, che munendosi di pala inizia a scavare.

È notizia di oggi, anche se è già un po’ che la voce circola, come anche articoli di stampa “civetta”, che l’intellighenzia cittadina, sta valutando l’ipotesi di spostare il mercato ambulante settimanale, dall’attuale location a strade del centro.

Fra le varie ipotesi sono contemplate anche quelle di corso Roma, viale IV Novembre e viale Verdi. A questo punto ci chiediamo allora: perché non in Pineta e magari dentro al Tettuccio?

Saranno fatti incontri con le associazioni degli ambulanti ma non c’è dato sapere se saranno consultati anche i commercianti, gli albergatori e gli abitanti delle zone interessate. Sappiamo che i commercianti di corso Roma e zone limitrofe raccolsero firme (poi protocollate) per protestare contro il possibile spostamento del mercato ambulante.

Come al solito il sindaco si è guardato bene dal convocare i firmatari per ascoltare le loro lamentele.

Davvero un ottimo sistema di ascolto dei cittadini e del rispetto della democrazia partecipata! Ma purtroppo a questo siamo ormai tristemente abituati.

Quest’amministrazione ipocritamente tende a favorire i grossi centri commerciali a discapito delle piccole attività, compresi quindi i mercati ambulanti e, dopo, per mettere una pezza si adopera in mirabolanti idee che degradano ulteriormente l’immagine e l’economia cittadina.

C’è poi la questione sicurezza, motivo per cui il mercato fu spostato dalla sede centrale.

Non dimentichiamoci di quello che è successo al mercato ambulante di Guastalla dove le fiamme scaturite da un banco del mercato fecero tre vittime e undici feriti !

Speriamo che una cosa del genere non accada a Montecatini, perché la location presa in considerazione dall’assessore delegato non sembra favorire l’intervento dei mezzi di soccorso.

Se deve essere rivista la collocazione, è importante tenere in considerazione la cittadinanza nel suo insieme.

Anche qui la coerenza sembra un optional! Si cerca il rilancio dell’area Mercato Coperto, cercando addirittura, se possibile, di allontanare chi adesso fa commercio al minuto di ortofrutta, per poi circondare la stessa, il giovedì, dai banchi del mercato settimanale.

Crediamo che la soluzione, qualora ci fosse stata la volontà di perseguire l’obiettivo, doveva essere già in fase di organizzazione. Così com’è assume solo il senso di un banale “spot propaganda” utile ad attirare simpatie su questa barcollante giunta Bellandi bis in forte crisi di consensi.

Prendiamo atto dell’ulteriore prova d’inadeguatezza di chi ci amministra e ci chiediamo: ma i loro elettori cosa ne pensano? Sono soddisfatti delle loro scelte?

Nel frattempo l’opposizione è sterile, salvo qualche eccezione. Noi come cittadini, indipendenti e liberi da inciuci vari e da interessi nascosti, vogliamo che quanti ci amministrano abbiano il coraggio di assumersi la responsabilità (anche penale) delle proprie scelte.

Indipendenza Civica
Montecatini Terme

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento