AMIANTO. TOSCANA PRIMA REGIONE CON DISCIPLINA ORGANICA

Presentata in Regione una mozione sottoscritta da tutti i Gruppi Consiliari per l’attuazione della L.R. 51/2013
La conferenza stampa
La conferenza stampa

FIRENZE-PISTOIA. Lunedì mattina, presso la sala Stampa Montanelli del Consiglio Regionale, il Gruppo Sì Toscana a Sinistra, rappresentato da Mauro Romanelli e dai Consiglieri Regionali Tommaso Fattori e Paolo Sarti, alla presenza anche di Daniele Manetti in rappresentanza della Commissione Amianto costituita in seno ad Anmil Pistoia, ha presentato alla stampa una mozione, nata proprio dal gruppo Sì Toscana a Sinistra, ma sottoscritta dai Consiglieri di tutti i Gruppi politici, volta a chiedere l’attuazione della Legge Regionale 51/2013, che consentì alla regione Toscana di essere la prima Regione dotata di una disciplina organica in tema di amianto.

Mauro Romanelli, che aveva lavorato al testo della Legge nello scorso mandato, trovando grande attenzione da parte dell’Assessorato alla sanità, degli Uffici e delle strutture regionali, ha ricordato che nella mozione approvata dal nuovo Consiglio Regionale nel mese di settembre, si chiede, con la firma di tutti i Consiglieri (senza distinzione fra maggioranza e minoranza) di passare alla fase attuativa della legge stessa. Si tratta, secondo Romanelli, semplicemente di dare seguito a quanto disciplinato dalla Legge 51, come già richiesto da altre mozioni sottoscritte ed approvate nel precedente mandato sempre all’unanimità di tutti i Consiglieri.

Mozione amianto 1
Mozione amianto. 1

“In particolare” ha sottolineato Romanelli “è necessario lavorare attorno alla mappatura degli edifici pubblici e privati, che ad oggi è ancora incompleta, e chiedere che siano ripristinati gli incentivi statali per chi denuncia e rimuove l’amianto dai propri edifici”. In questo senso, un dato interessante ci è fornito dallo stesso Ispo: in costanza dell’esistenza degli incentivi, si giungeva fino a rimuovere oltre 10.000 tonnellate di amianto in più rispetto a quello rimosso in assenza di tali incentivi.

I Consiglieri Paolo Sarti e Tommaso Fattori hanno sottolineato l’urgenza del problema amianto, in considerazione del fatto che le morti sono ancora tante, e che il picco delle morti con ogni probabilità non è ancora effettivamente stato raggiunto. In questo quadro, sottolineano come positivo il fatto che la mozione presentata dal Gruppo Toscana Sì abbia registrato l’adesione di tutti i Consiglieri, i Consiglieri di Sì Toscana richiamano l’attenzione sui tempi.

“Il nostro obiettivo” ricordano Sarti e Fattori “è che nel nuovo Psr siano previsti fondi adeguati a garantire che questa buona legge sia effettivamente attuata, passando alla realizzazione del Piano previsto dalla stessa legge, e all’individuazione dei fondi necessari. I tempi sono infatti fondamentali”.

Mozione amianto. 2
Mozione amianto. 2

Daniele Manetti di Anmil, ha sottolineato la necessità di un impegno forte sul tema della sorveglianza sanitaria di esposti ed ex esposti, e che ad essa si accompagni una forte mobilitazione, in termini di risorse economiche e non solo, per garantire la salute e la sicurezza di quanti sono o sono stati esposti ad amianto per ragioni di lavoro.

Per questo Anmil insieme a tutti i soggetti che operano sul territorio intende impegnarsi per la costituzione di Osservatori locali che consentano di tenere insieme soggetti pubblici, privati ed Istituzionali.

“In questo senso” sottolinea Manetti “sul nostro territorio, alla collaborazione strutturale con la Commissione Amianto di Ansaldo Breda, si è recentemente affiancato l’impegno nuovo dell’Amministrazione Comunale e delle altre realtà del territorio che si occupano di amianto. Tutti assieme, come ha sottolineato il Sindaco di Pistoia nel corso di alcuni incontri, sarà possibile superare le tante difficoltà che negli anni il territorio pistoiese ha dovuto subire ed affrontare”.

[comunicato manetti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento