amministrative agliana. MANGONI SPARA IL NOME DEL PUPARO

Dopo tante richieste l’ha scritto e conferma tutte le nostre precedenti pubblicazioni: è Paolo Magnanensi il grande regista del Pd. L’inceneritore, non sarà chiuso affatto: parola di partito.

AGLIANA. L’ha detto. Giacomo Mangoni ha finalmente detto il nome del puparo, quel Paolo Magnanensi che, sulla sua esperienza politica aglianese ha scritto anche un libro. Non sarebbe poi questo un problema, se non che l’editore sarebbe stata una storica associazione di volontariato di Agliana, con finanziamento diretto: vi sorprendiamo?

Giorgino (così chiamano il consigliere Cheli) potrebbe dirci qualcosa sull’argomento.

Giacomo Mangoni, doveva del resto differenziarsi – scusateci l’accostamento – dopo la spazzatura: chi, meglio dei politici del Pd, si potrà differenziare nella loro cerchia per un’ovvia catarsi della storia?

Del resto, come avrebbe potuto la Provincia resistere al vento del cambiamento di una gestione del Comune, dopo la miracolosa entrata di Alessandro Tomasi a Pistoia?

Paolo Magnanensi: il puparo

Paolo Magnanensi è noto a Linea Libera che ha richiamato l’ardore di molti cattocomunisti a lui devoti, fin dal gennaio 2013: rivedetevelo, questo è il pezzo che suscitò scandalo nella cittadina, per avere noi (allora Quarratanews) osato citare l’augusto nome.

Ma ancora resta da dire sui pupari o capibastoni che suscitano grandi devozioni nei cattocomunisti!

Nell’odierno comunicato, Il Sindaco uscente, si toglie un bel mattone dalla scarpa e – ma guarda che combinazione – cita il Magnanensi e la Ciampolini come fautori del raddoppio dell’impianto di incenerimento dei rifiuti.

L’impianto è lo spauracchio dell’intera campagna elettorale: anche i più genuini, come Bartoli e Guercini, affermano che lo chiuderanno, non specificando alcuna data e li comprendiamo davvero.

L’inceneritore è uno strumento al servizio dell’Ato (Ambito Territoriale Ottimale) un organismo a 73 teste che – a noi – sembra che di “ottimale”,abbia solo la serie di poltrone da offrire ai politici trombati del Pd.

Sul punto è solo da richiamare la recente notizia su Eleanna Ciampolini che, dopo l’effetto deprimente (sui fatturati delle cooperative rosse) del “Decreto Sicurezza” del Ministro Salvini, ha forse pensato bene – e ritorna il concetto di “differenziazione” – nel rinegoziare, questa volta, la seggiola piroettante della scrivania.

L’Eleanna farebbe da retroguardista al Vannuccini

Da profetessa dell’accoglienza a impiegata del trattamento dei rifiuti in Alia. Prima o poi, si intende, non subito.Vi sembra troppo?

Vi siete sbagliati: i comunisti non hanno pudore e del resto, la “razza padrona” sono loro, gli serve solo una “testa di legno” per la candidatura, prima Eleanna, poi Giacomo e adesso un “ragazzotto debole e controllabile” (lo scrive Mangoni nel comunicato) che sarà affiancato dalla giunta di codardi che fu di Rino Fragai con una preminente Assessora di tutto rispetto, anche se politicamente stracotta: la Lucia Salaris.

Vi sorprendereste? È la nuova politica, che avanza.

Questo il comunicato del Sindaco uscente apparso stamane sulla sua pagina di facebook:

Hanno un nome ed un cognome e sono gli ex sindaci Magnanensi e Ciampolini, che si assumevano l’impegno di ampliare l’inceneritore nel loro programma elettorale del 2009 (foto in apertura).

Io da sindaco mi sono battuto per bloccare l’ampliamento e per fare in modo che nei prossimi 5 anni ci siano le condizioni per chiuderlo definitivamente.

La vecchia coppia Magnanensi-Ciampolini, che oggi assume il nome delle liste PD-Agliana Insieme, vorrebbe tornare ai santi vecchi candidando un ragazzotto debole e controllabile, perché un sindaco indipendente e con la schiena dritta come sono stato in questi cinque anni fa paura a chi ha ritagliato per sé il ruolo di manovratori politici.

Ho lavorato cinque anni, con grande fatica, per rimettere in sesto la situazione finanziaria di CIS spa che non aveva un debito, ma una voragine, ed oggi posso dire di esserci finalmente riuscito.

Continuerò a lavorare e non mi fermerò finché l’inceneritore non sarà definitivamente chiuso.

[Alessandro Romiti]
alessandroromiti@linealibera.info


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email