amministrative. PROVACI ANCORA, GIANCA!

Dopo l'estenuante serie di rinvii di Giancarlo Noci, la partita della definizione del capolista del centro destra si deciderà a Roma, dove rientra il Senatore Vescovi e si incontrerà con il collega La Pietra.
Noci con Salvini

AGLIANA.  Le amministrative aglianesi sono pronte a entrare sul proscenio e tra i teatranti è attesa la presentazione del supercandidato leghista – figura pirandelliana, molto annunciata ma inesistente e che sarebbe un’autentica rivelazione, ancora secretata dall’imprevedibile provinciale quarratino, che si pone come se avesse un vero poker d’assi nella manica.

Sarà così?

Nell’incontro con il centro destra aglianese dello scorso lunedì, lui ha chiesto “tutto”: ma a scatola chiusa, inebriato dall’onda crescente del consenso su base nazionale della Lega, mentre a Montale l’alfiere Franco Vannucci rinuncia alla candidatura come capolista per preminenti motivi di lavoro: una bella grana per la Lega.

Altre sarebbero le risorse da sparare, ma non si diranno, per esasperare la dialettica ed arrovellare la trattativa con il centro destra.

Noci, vorrebbe (im)porre il suo candidato d’imperio, a prescindere dal nome e dal profilo tanto – sembra  convinto – di come brillerebbe di luce riflessa del super – Matteo (che non è il Renzi, né il Manetti!); peccato che Agliana non sia Roma, ma ben altro, come direbbe Veltroni.

Ma questo il Gianca, sembra non saperlo o forse, lo stiamo sottovalutando: sarà questa una strategia sopraffina, irradiata dalla headquarter di “Ponte di legno” o invece una giancarlata dell’ultima ora?

Noi possiamo solo ricordarci delle dichiarazioni rilasciateci il 31 di Agosto, nella quale ci riportò di non avere ad Agliana un candidato a Sindaco sufficientemente esperto in materia amministrativa e che dunque, potesse incontrare l’appeal dell’elettorato.

Ci crediamo, perché conosciamo il suo candidato in pectore, un giurista che è estraneo alla macchina amministrativa del Comune.

Dunque, stiamo anche noi alla finestra in attesa di aver notizie dal Senato: oggi i due senatori Vescovi e La Pietra, dovranno ristabilire la quiete nel pollaio di questa sciagurata parte di provincia, con la disvelazione delle direttive da seguire.

Noci, ci disse che prevedeva necessariamente di aderire a una coalizione con il centro destra, costituendosi nelle varie liste consorziate. Tutt’altro invece, sembrano dire le ultime indiscrezioni, visto che “correrebbero da soli”, ma forse no, nella congiuntura di una orgasmica contrattazione del tutto o niente.

Vi aggiorneremo, presto, speriamo. Le elezioni si tengono alla fine di maggio prossimo e Giancarlo Noci adesso, non potrà rinviare ulteriormente per esasperare la controparte – a nostro parere – anche troppo paziente e lungimirante.

Lui è solito procrastinare e ci sembra ispirato al Conte zio del Manzoni, tenendosi aperta la “riserva” e così “…sopire, troncare; troncare, sopire..” perché “..quest’urti, queste picche, principiano talvolta da una bagattella e vanno avanti, vanno avanti…” escludendo ogni pronunciamento dirimente e definitivo.

Gli “argomenti” – sull’elenco dei candidati in lista sono come la marmellata: meno ne hai, più ne spalmi e questo, ci sembra che stia facendo il Gianca.

Gli manderemo una agenda per la fissazione degli appuntamenti, direbbe il capo nazionale Matteo Salvini,  visto che siamo a cento giorni dalle elezioni.

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento