ANCHE FANUCCI A DIFESA DEGLI UFFICI POSTALI

Il deputato del Pd ha presentato un’interrogazione al Governo
L’On. Edoardo Fanucci
L’On. Edoardo Fanucci

ROMA. Il deputato del Partito Democratico, Edoardo Fanucci, ha sottoscritto un’interrogazione rivolta al Governo per chiedere quali azioni intenda promuovere al fine di scongiurare la chiusura degli uffici postali nei piccoli Comuni.

Negli ultimi giorni, infatti, il servizio pare nuovamente messo in discussione, nonostante una recente delibera AgCom abbia previsto specifici divieti di chiusura degli uffici che servono gli utenti residenti nelle zone meno accessibili del Paese.

“Poste Italiane – spiega l’interrogazione – riceve significativi contributi da parte dello Stato nell’ambito della Legge di stabilità per consentire agli uffici postali periferici l’erogazione dei servizi essenziali. Nonostante questo, il piano di riorganizzazione previsto dall’azienda, che secondo fonti sindacali dovrebbe diventare effettivo dal 13 aprile, prevederebbe la chiusura di 455 uffici Postali”.

“Queste notizie – prosegue il testo – sembrano confermare l’orientamento portato avanti dalla Società negli ultimi anni, che insegue una logica del guadagno puntando su assicurazioni, carte di credito, telefonia mobile e servizi finanziari in genere: un orientamento che va a scapito della collettività. I servizi postali sono fondamentali nello svolgimento di moltissime attività quotidiane”.

L’interrogazione, firmata da 67 deputati iscritti al gruppo del Partito Democratico, ha l’obiettivo di chiarire gli effetti sul territorio in seguito alla annunciata privatizzazione di Poste Spa e le politiche future dell’azienda.

“Rinunciare agli uffici postali nelle zone periferiche – conferma Fanucci – vorrebbe dire svantaggiare ulteriormente la nostra montagna, impoverirla e favorirne l’abbandono. Insieme ai deputati dell’Intergruppo parlamentare per lo Sviluppo della Montagna, stiamo portando avanti un lavoro molto serio e attento, per evitare qualsiasi decisione che potrebbe tradursi in gravi disservizi per i cittadini, soprattutto per i più anziani e per le persone che hanno difficoltà a spostarsi. Rivolgo un accorato appello agli Enti locali coinvolti: occorre il loro sostegno per vincere questa battaglia ed evitare il rischio di chiusure. Mi auguro che il Ministro per lo Sviluppo economico non sia indifferente alle nostre richieste e conduca al nostro fianco questa battaglia decisiva per il territorio”.

[comunicato on. fanucci]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento