ANFFAS PRATO. PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE E UN SIT-IN

Giovedì 29 ottobre i sindacati Cgil e Cisl manifesteranno davanti alla sede di via Borgovalsugana per denunciare il progressivo impoverimento educativo e assistenziale del Centro Terapeutico Riabilitativo

La sede di Anffas Prato

PRATO. Si terrà giovedì 29 ottobre dalle 13 alle 14 davanti alla sede dell’Anffas in via Borgovalsugana un sit-in dei sindacati preoccupati del perpetuarsi di una situazione critica.

A promuoverlo i sindacati della Funzione pubblica di Cgil Prato e Cisl Firenze Prato, con i lavoratori della struttura,  preoccupati “per la situazione del Centro terapeutico riabilitativo (Ctr), e per il suo progressivo impoverimento educativo e assistenziale, con prestazioni non coerenti con la convenzione con il Servizio sanitario nazionale”.

“Una situazione critica — si legge in una nota diramata dalle due organizzazioni sindacali pratesi — che ha portato allo stallo per il rinnovo della nuova convenzione con la Asl centro, e alla fuga di molti operatori. Da qui lo stato di agitazione e il sit-in di giovedì”.

“I sindacati della Funzione pubblica di Cgil Prato e Cisl Firenze Prato chiedono che Anffas Prato instauri un modello coerente alla convenzione con Asl per l’impiego delle figure professionali nei percorsi riabilitativi, educativi e assistenziali, e, in tempi di Covid-19, un modello organizzativo che preveda l’apertura Ctr nella forma originaria”.

[fp cgil po — cisl fi-po]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email