ANPI MONTALE, NEL CONGRESSO DI SEZIONE IL PERCORSO FUTURO

Il tavolo della presidenza
Il tavolo della presidenza

MONTALE. [a.b.] L’Anpi (Associazione nazionale partigiani italiani) di Montale sabato scorso ha tenuto il proprio congresso di Sezione.

Alla presenza dei propri iscritti la direzione presieduta da Paola Arcangeli ha tracciato un bilancio delle attività svolte nel corso dei due anni dalla costituzione della sezione intitolata a Francesco Bertini.

Nell’occasione è stato approvato anche il documento espresso dalla commissione politica in sede congressuale  (composta da Silvana Stella, Tiziano Tognaccini e Paola Arcangeli) che ha espresso il proprio parere al mandato 2014/2016 dell’attuale comitato di sezione nei seguenti punti:

1. In merito alla relazione del Presidente uscente  Paola Arcangeli dà ed esprime giudizio positivo nel merito e nei contenuti che percorrono il Documento politico nazionale dell’Anpi.

2. In merito al mandato e operato del Comitato di Sezione uscente relativo ai risultati conseguiti dal 2014 ad oggi :

a. eccellente lavoro svolto per il tesseramento portando alla Sezione un discreto numero di iscritti

b. avendo svolto iniziative socio-culturali di notevole rilievo avvicinando i cittadini tutti alle linee dell’Anpi esprimiamo parere positivo

c. avendo costruito rapporti con il territorio, i cittadini, l’amministrazione comunale e la scuola (relativamente al protocollo di intesa) esprimiamo parere positivo

 3. La commissione propone:

 a. lo sviluppo e la costruzione del progetto di una Memoria Documentale della Resistenza a Montale, in collaborazione con i cittadini (al momento con la famiglia Dardi, la famiglia Monfardini, la famiglia Bertini) che hanno dato la loro disponibilità a divulgare, attraverso l’Anpi di Montale, le documentazioni in loro possesso, questa attività verrà svolta in collaborazione con l’amministrazione comunale e l’Istituto Storico della Resistenza di Pistoia.

 b. si avverte la necessità di consolidare ulteriormente i rapporti con le tante associazioni presenti sul territorio montalese, al fine di intraprendere, valorizzare e fare apprezzare gli scopi dell’Anpi stessa.

 c. confidiamo, allo scopo di avvicinare le giovani generazioni all’Anpi (mantenendo saldi sia i principi e i valori dell’associazione) di avvalersi degli strumenti e dei mezzi informatici messi oggi a disposizione, improntando iniziative proprie ed adatte a tale scopo (pagina web su Facebook, blog Anpi Montale e quant’altro…), oltre a vere e proprie iniziative atte alla conoscenza e storia dell’Anpi in difesa delle libertà e della Costituzione Italiana.

Il logo dell'Anpi Montale
Il logo dell’Anpi Montale

Il documento è stato posto in votazione all’assemblea congressuale ed è stato approvato.

Gli iscritti all’Anpi di Montale sono passati nel giro di due anni da 40 a circa 110, segno di un forte radicamento sul territorio. Oltre all’attenzione alla diffusione delle tematiche connesse alla memoria storica della guerra e della Resistenza con iniziative rivolte al mondo della scuola (svolte in stretta collaborazione con l’amministrazione comunale l’Anpi come approvato durante il congresso di sezione sta lavorando per un progetto di ricerca, recupero e catalogazione di testimonianze materiali sugli anni dal 1943 al 1945 sul territorio comunale e per questo saranno coinvolti i cittadini e le famiglie che ancora possiedono testimonianze orali e scritte del periodo dall’occupazione nazifascista alla guerra di liberazione.

Durante l’assemblea congressuale è stato eletto il gruppo dirigente della sezione Anpi Montale costituito da: Paola Arcangeli, Daniele Cipriani, Silvana Stella, Andrea Gori, Loriano Maccari, Goretto Goretti, Agnese Pippolini, Tiziano Pierucci, Alfo Pieraccioli, Daniele Bini, Giuliana Goracci, Tiziano Tognaccini, Cristina Fattori, Giovanni Fiesoli Loriano Lucchesi, Marco Meoni.

Sono stato nominati come delegati per partecipare al congresso provinciale Anpi i seguenti iscritti: Paola Arcangeli, Daniele Cipriani, Aldo Piantini, Silvana Stella, Cristina Fattori, Tiziano Tognaccini,  Loriano Maccari, Goretto Goretti,  Giuliana Goracci, Agnese Pippolini,  Giovanni Fiesoli e Loriano Lucchesi.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

3 thoughts on “ANPI MONTALE, NEL CONGRESSO DI SEZIONE IL PERCORSO FUTURO

  1. Prendiamo atto del documento politico uscito dal congresso montalese, al quale Sinistra Unita Per Montale e’ intervenuta presentando i suoi saluti. Stupisce il constatare che, nel ‘documento Politico’ prodotto, non solo non c’è una presa di posizione decisa ma neanche un minimo accenno al referendum costituzionale. L’ANPI Nazionale, che è un’associazione e non un partito in cui prevalgono tessere e correnti, si e’ espressa CHIARAMENTE a FAVORE DEL NO. E’ troppo chiedere all’Anpi di Montale di esprimersi chiaramente e pubblicamente, e di far sapere alla cittadinanza che TUTTI I SUOI DIRIGENTI porteranno avanti la battaglia per la difesa della Costituzione? Ricordiamo che ci si iscrive ad un’associazione solo se se ne condividono i contenuti fondanti; se poi se ne ricoprono le cariche, allora la questione assume un rilievo ancora maggiore. Sinistra Unita per Montale ha intanto aderito con convinzione al Comitato Pistoiese per la Difesa della Costituzione di cui fa parte anche l’ANPI Provinciale.
    Gruppo consiliare Sinistra Unita per Montale

  2. Scrive Anpi Montale:

    Non è nostro intento scendere nelle polemiche, non intendiamo e non sarà nostra intenzione farlo, ne tantomeno essere “strumentalizzati”. La posizione dell’ANPI è chiara e chiari sono i nostri intenti a difesa della Costituzione Italiana, noi ci reteniamo i “comitati” e non una parte (questo non solo adesso che è già campagna referendaria), detto ciò volendo sfuggire a eventuali polemiche chiariamo di fatto che il documento politico espresso in sede congressuale è e rimane relativo al Congresso, al suo svolgimento e a quello che come sede vogliamo fare.
    Vorrei ricordare due passi del Documento citato :
    “1- In merito alla relazione del Presidente uscente Arcangeli Paola dà ed esprime giudizio positivo nel merito e nei contenuti che percorrono il Documento politico nazionale dell’ A.N.P.I. .”
    “……oltre a vere e propie iniziative atte alla conoscenza e storia dell’ANPI in difesa delle libertà e della Costituzione Italiana. ….”
    Questo per capire che rispettiamo le regole, rispettiamo gli altri, ma che l’ Anpi Montale non darà spazi ad altri per quello che è già deciso, un NO chiaro e netto.
    Così come non daremo spazi a eventuali strumentalizzazioni, se queste vorrebbero esserlo.
    Spero che questo sia stato un sollecito ad una posizione che abbiamo già preso

  3. Definire strumentalizzazione una legittima richiesta di presa di posizione e’ una risposta più che eloquente. Ne prendiamo atto come forza politica, come cittadini e come iscritti. Ringraziamo Linee Future per lo spazio concesso.

Lascia un commento