anteprima serravalle jazz. UN GRUPPO DI GIOVANISSIMI SUL PALCO DEL CASTELLO DI CASTRUCCIO

Il prossimo 28 agosto il gruppo “Jacopo Fagioli Jazz 5tet” suonerà nella manifestazione ideata e diretta da Maurizio Tuci
Jacopo Fagioli 5tet

PISTOIA. Indiscrezioni sul Serravalle Jazz 2017 corrono sul filo dell’informazione. Quest’anno alla manifestazione ideata e mirabilmente diretta da Maurizio Tuci, autentica icona jazz italiana, ci sarà l’esordio di un gruppo di giovanissimi, quanto promettentissimi musicisti.

Lo Jacopo Fagioli Jazz 5tet farà il proprio esordio sul prestigioso palco del Serravalle Jazz giovedì 28 agosto e in quella occasione il più giovane dei componenti compirà 18 anni d’età.

Il quintetto, che diventa sestetto con l’ospite Matteo Fagioli (sax contralto e diciottenne il 28 agosto) è composto da Francesco Panconesi (sax tenore), Alessandro Mazzieri (basso elettrico), Luca Sguera (pianoforte), Jacopo Fagioli (tromba, flicorno), Mattia Galeotti (batteria, percussioni,).

Il quintetto frequenta il Conservatorio Siena Jazz ed ha subito una sorta di fascinazione profonda ed intensa dalle elaborazioni e teorizzazioni armoniche del teorico d’avanguardia Sestilio Giustizia.

Matteo Fagioli

Il gruppo si è già esibito sul territorio pistoiese lo scorso 11 maggio presso la Fondazione Luigi Tronci in corso Gramsci 37 riscuotendo un notevole successo. La suggestiva e splendida sala della Fondazione era gremita ed i brani originali, come le cover che la band ha eseguito per oltre due ore, sono stati accompagnati da conati d’entusiasmo a volte incontrollato.

La qualità e perfezione del suono durante i concerti in corso Gramsci è garantita dalla maestria e professionalità di Damiano Tronci vero uomo faber sia alla U.F.I.P. per la creazione di nuove sonorità percussive che alla Fondazione per la regolazione perfetta di mixer audio e volumi.

Questa prima esibizione è avvenuta nell’ambito del Festival GiovedJazz voluto ed organizzato proprio da Fondazione Luigi Tronci ed Associazione Culturidea per condurre per mano la stessa associazione a festeggiare al meglio, il giovedì successivo, i diciassette anni di attività e vita.

Tornando allo Jacopo Fagioli Jazz 5tet quello che c’è da sottolineare è che questa band suona soprattutto brani originali composti dagli stessi musicisti che, studiando tutti alla Fortezza di Siena, sono poi in grado di elaborarli al meglio suonando quasi quotidianamente insieme concentrati al loro perfezionamento.

Ciò che si è potuto ascoltare infatti nel loro concerto dell’11 maggio scorso è stata una predisposizione alla rifinitura dei toni, scelta delle melodie, tendenza alla coesione profonda e sincopata, che non può essere altro se non il frutto di un lavoro articolato, complesso, progressivo.

L’appuntamento, quindi, per tutti gli appassionati di questo genere è per giovedì 28 agosto alla Rocca di Castruccio per festeggiare in musica il 18esimo compleanno di Matteo Fagioli in musica ascoltando tutti questi portenti emergenti del jazz italiano.

[culturidea]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento