appoggio o opposizione? SILVIO BUONO TENTENNA E SCUOTE LA MAGGIORANZA IMMOBILE SUL PROBLEMA DEL VIGILE “LADRO E FALSARIO”…

Un post apparso sul Fb del capogruppo consigliere di Agliana Civica ex-Lega per Salvini, Silvio Buono, conferma la crisi tra la lista civica e amministrazione


 

Storie di ordinaria follia del Regno di Agrùmia

 

AGLIANA. Il post in questione, riporta un testo eloquente: Silvio Buono non intende farsi discriminare e potrebbe, facilmente, passare da una lista di appoggio a una lista di opposizione. Ma questo l’assessore Agnellone l’ha capito? L’ha capito che la causa della sofferenza di maggioranza, con crisi intestina e (nel caso di Benesperi) di intestino è proprio lui?

Ecco il testo apparso sulla pagina Fb del capogruppo civico.

Buonsenso SÌ, condivisione incondizionata NO.

L’impressione è che da parte di questa Amministrazione si diano un po’ troppe cose per scontate, a partire dallo scarso (se non proprio inesistente) coinvolgimento del gruppo Agliana Civica nelle decisioni assunte. Questo nonostante sia sotto gli occhi di tutti che l’apporto del nostro gruppo, in termini di numeri, è fondamentale per la tenuta della maggioranza in Consiglio Comunale.

Confidiamo che la nostra dimostrazione di buonsenso (l’ennesima) porti ad un rapido e tangibile cambio di passo da parte dell’Amministrazione nei nostri confronti. A suo tempo abbiamo assicurato il nostro “appoggio esterno” all’Amministrazione, pur senza vincoli di maggioranza. Ebbene non si tratta di una “assicurazione perpetua”.

Restiamo fiduciosi, come sempre abbiamo fatto, mettendo sempre avanti il bene del nostro paese.

Insomma, la politica del consociativismo al Babà col rum (leggi Paola Aveta) sembra avere i suoi primi effetti. Nel consiglio del 12 maggio, in cui si discuteva del bilancio, il sindaco Luca Benesperi indossava gli occhiali scuri da sole: guardatevelo e chiedetevi “se questo è un Sindaco” come direbbe Primo Levi.

L’Agnellone cianchettatore Ciottoli, che arriva tardi e che entra ed esce diverse volte dalla sala, le assessore Fondi e Avvanzo che arrivano nel corso della serata: così è se vi pare. Un teatrino che ricorda i tempi del commissario Fragai, dimostrando la perpetuazione delle irregolarità formali che, come è noto, nella Pa, sono sostanza.

Si può parlare di giustizia schizofrenica a Pistoia o si rischia di prendersi altri tre o quattro anni di carcere per lesa maestà?

D’altronde Benesperi è un sindaco “non convenzionale” e notoriamente lunatico come ci spiegano i suoi osservatori del terzo piano.

Sembra inoltre proiettato nel futuro più lontano, dopo essersi affannato – come ci spiegano – a rimuovere il programma del Giugno che lui stesso aveva pubblicizzato sui social, in quanto prevedeva un imbarazzante evento in programma per il fantasioso giorno del “31 giugno” (nuovo calendario ad Agrùmia); ecco che giunge, evidentemente confuso, all’anno 20222.(…ma il Pierucci c’è o hai rimosso anche lui?)

In conclusione, che cosa aspetta Agnellone Ciottoli, assessore ai LL. PP., a rimuovere i contenitori di acque inquinate da liquidi di bonifica che sono abbandonati in prossimità dell’area davanti al giardino di Carabattole “love park” dei quali si lamenta lo stesso Silvio Buono in un post dedicato?

E del problema del vigile “ladro e falsario” condannato il 10 marzo scorso dal dottor Luca Gaspari? Eppure quel vigile svolge tuttora i compiti di pattuglia per la sicurezza di Agrùmia. Hanno intenzione o no di prendere i dovuti provvedimenti? Non possono essere bastonati solo i cronisti di Linea Libera. Ma il tribunale e la procura, a Pistoia, cosa ci stanno a fare? A condannare chi scopre le mele a chi ha il sedere sporco?

Tutto questo alla vigilia del Giugno aglianese. Date retta: non festeggiate oggi il 2 Giugno. La repubblica (con il broglio referendario che ci fu) ha portato solo male all’Italia. Ci ha tolto dalle ginocchia del re, per metterci seduti su quelle del dio latino Mutino Tutino (detto anche Mutuno Tutuno) e intendo la “loggia” dei Palamara.

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email