area disagiata. VIVARELLI: “FARE CHIAREZZA CONTRO LE MISTIFICAZIONI IN ATTO”

“La stampa sbandiera una inesistente dichiarazione di area disagiata da parte della Regione Toscana, che non è avvenuta”
Carlo Vivarelli, Partito Indipendentista Toscano

SAN MARCELLO – PITEGLIO. [M.F.] Carlo Vivarelli consigliere di minoranza per il Partito Indipendentista Toscano nel Comune di San Marcello Piteglio torna a scrivere al presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani, in merito alla questione “area disagiata” da riconoscere per la Montagna Pistoiese.

La prima lettera risale al 2 novembre, con la quale esprimeva appoggio alle Associazioni che da anni si battono per riavere in Montagna un vero pronto soccorso.

Ora chiede spiegazioni riguardo il comunicato stampa della Regione Toscana a firma di Camilla Marotti del 6 novembre scorso che, da quanto riporta sulla sua pagina Facebook, è forviante e non rispondente alla mozione di Luciana Bartolini votata recentemente all’unanimità dal Consiglio Regionale.

La mozione approvata prevede il riconoscimento di area disagiata ma solo dopo una serie di passaggi intermedi.

 

Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Regionale della Toscana [sienafree.it]

LA LETTERA DI CARLO VIVARELLI AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO EUGENIO GIANI

San Marcello Piteglio, 13 Novembre 2019.

Da Carlo Vivarelli, consigliere comunale del Comune di San Marcello Piteglio (Pt).

Oggetto. Richiesta al Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani dell’eventuale testo completo della mozione presentata dalla consigliera regionale Bartolini Protocollo 15200/2.18.1 del 17 Ottobre 2019.

Egregio Presidente dell’Assemblea Regionale,

allego a questa mia richiesta il testo del comunicato stampa a firma Camilla Marotti, 6 Novembre 2019, nel quale appaiono elementi inesistenti nel testo protocollato della mozione, come ad esempio l’“Osservatorio Sanità nelle aree interne” come punto intermedio l’applicazione del percorso delle proposte avanzate dalla Usl Toscana centro riguardo la sanità in Montagna Pistoiese, cose che assolutamente nulla hanno a che fare con il riconoscimento di area disagiata riguardo la Montagna Pistoiese, e che semmai se presentano oggettivamente come un rimandare all’infinito la dichiarazione di area disagiata.

Punto di primo soccorso a San Marcello Pistoiese

Le chiedo con questa mia risposta scritta riguardo queste questioni ed in particolare Le chiedo di sapere quale sia l’effettivo testo della mozione approvata, visto che il dispositivo della Mozione nulla dice riguardo nessun osservatorio e nulla dice riguardo il percorso di applicazione delle proposte fatte dalla Usl, che di per se sono operativamente una chiara e certificata negazione assoluta sia della dichiarazione di area disagiata che della creazione di un Pronto Soccorso, che proprio a seconda di quelle proposte non verrà messo in opera.

Le chiedo una veloce risposta, visto che la stampa sbandiera una inesistente dichiarazione di area disagiata da parte della Regione Toscana, che non è avvenuta, e che il documento della Usl Toscana centro citato appunto smentisce categoricamente.

Questa è una presa per i fondelli, e spero che la Sua risposta possa aiutare a fare chiarezza contro le mistificazioni in atto.

Carlo Vivarelli
Consigliere comunale del Comune di San Marcello Piteglio (Pt)
del Partito Indipendentista Toscano

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email