area ex-martinelli. SCADUTO IL TERMINE PER LA BONIFICA

Antonio Sessa in conferenza stampa
Antonio Sessa in conferenza stampa

PISTOIA. I 28mila metriquadri delle ex officine Martinelli, in via Ciliegiole, devono essere bonificati; la data ultima per la rimozione delle lastre di amianto lesionate delle coperture sarebbe stata il 30 giugno 2016, oggi, ma niente si muove.

Antonio Sessa di Legambiente ha convocato questa mattina la stampa per informare la cittadinanza della gravissima situazione di degrado in cui versa l’area ex Martinelli e dell’obbligo che incombe alla proprietà degli immobili, la Laser S.p.A, di intervenire per lo smantellamento delle coperture in amianto, denunciando i pericoli per la salute degli abitanti della zona dove sembra che il numero dei casi di tumore sia decisamente superiore alla media.

Sessa ha concluso dicendo che, se la proprietà non procede alla bonifica dell’area, dovrà essere il Comune a farsene carico, rivalendosi poi sugli obbligati, come avvenuto per i capannoni di via Ciampi. In mancanza di ciò Legambiente farà un esposto alla magistratura.

La questione di quell’area degradata, che funge da ricovero per almeno una trentina di emarginati, tossici o anche gravemente ammalati, è stata inoltre più volte oggetto di interventi pubblici, anche in consiglio comunale, con ampia eco sui media, ma ogni volta tutto cade nel vuoto.

Ex-Martinelli, una lettera dell’Asl
Ex-Martinelli, una lettera dell’Asl

Nessuna soluzione viene prospettata dagli amministratori della città, per chi comunque ha trovato nei capannoni delle ex trafilerie un riparo per la notte.

Ci sono volontari che aiutano le persone baraccate nei capannoni in via Ciliegiole portando loro viveri, ma qualcuno che si è interessato e ha provato a proporre alternative è stato invitato a non intromettersi.

Un altro rappresentante di Legambiente, presente alla conferenza stampa, ha raccontato di una residenza in via Gonfiantini, nelle immediate vicinanze, in cui hanno trovato accoglienza alcuni giovani immigrati, che trascorrono la mattina intorno ai tavoli in giardino come in una ridente “pensione bell’ombra” e, seppure si tratti comunque di povertà messe a confronto, non sembra da sottovalutare la necessità di un sollecito e concreto interessamento da parte dell’amministrazione comunale a tutelare tutti, senza discriminazioni.

[Paola Fortunati]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “area ex-martinelli. SCADUTO IL TERMINE PER LA BONIFICA

  1. Leggo nel sopra riportato articolo che nella zona adiacente l area ex Martinelli “sembra che il numero dei casi di tumore sia decisamente superiore alla media”. Mi sembra una affermazione molto grave che desta forte preoccupazione. A questo punto credo che l Asl debba intervenire a confermare o smentire tale affermazione. Effettivamente guardando la zona da Google mapps si nota che la copertura delle ex fabbriche e’ rotta in molti punti (probabilmente la foto satellitare e’ successiva alla tempesta di vento dell anno scorso che ha senza dubbio peggiorato la situazione). I cittadini confidano nel tempestivo smaltimento dell amianto presente nelle coperture delle fabbriche abbandonate. Se, come si legge nell articolo, la scadenza per la rimozione era il 30 giugno, speriamo che prima di agosto l amianto venga smantellato.

Lascia un commento