arte. CAVALLI, CAVALIERI E POMONE NEL GIARDINO ROMANTICO

Marino Marini. Palazzo Tau
Marino Marini. Palazzo Tau

PISTOIA. Riscoprire Marino da un’angolazione insolita, con luci, suoni ed elementi naturali, frutto di una diversa interpretazione del rapporto tra uomo e natura, tema caro al maestro pistoiese.

È così che anche oggi, domenica 22 maggio, alcune installazioni del Sogno Notturno di Marino prenderanno forma e i grandi capolavori, Cavalli, Cavalieri, Pomone, conservati tra le sale del Palazzo del Tau (Corso Fedi – Pistoia), si offriranno ai sensi dei visitatori in una veste inedita.

Un punto di vista insolito e misterioso elaborato da un team di giovani appassionati di videoarte, architetti, consulenti legali, fisioterapisti, riuniti nell’associazione culturale Spichisi. Sono Claudio Galligani, Lucrezia Palandri, Sergio Galligani, Azzurra Pirami, Emilio Baria, Giovanni Mucci, Riccardo Cosco e Alice Bresci.

“Il nostro obiettivo – commentano – è quello di porre attenzione e creare curiosità intorno al rapporto tra arte e spazio attraverso la realizzazione di videoinstallazioni, documentari, performances artistiche che si intrecciano con i diversi linguaggi e le forme espressive della comunicazione”.

Per Marino, l’evento realizzato dalla Fondazione Marino Marini, in collaborazione con il Comune di Pistoia in occasione della manifestazione regionale Notte dei Musei, ha voluto mettere in risalto il processo creativo presente nelle opere del maestro attraverso la narrazione del complesso rapporto uomo-natura.

Marino Marini. Giardino romantico
Marino Marini. Giardino romantico

Un percorso che conduce il visitatore dalla natura che domina incontrastata e che gradualmente si degrada e si destruttura all’avvento della tecnologia, all’opera dell’uomo nella sua corsa verso il mito del progresso e della conoscenza fino a raggiungere uno stato di alienazione e perdita di punti di riferimento.

“Il cavaliere non riesce più a capire – aggiungono – se si trovi ancora sulla terra oppure al di fuori di essa, non riconosce più il suo mondo e si ritrova abbagliato e spiazzato da ciò che lui stesso ha creato. Abbiamo cercato di coinvolgere il più possibile lo spettatore proponendo una fruizione completa e alternativa del luogo e del patrimonio artistico di Marino Marini”.

L’evento nasce dall’esigenza di destare un interesse insolito verso Marino e una città ricca di tesori artistici, come Pistoia “e diffondere allo stesso tempo – concludono un’educazione visiva nuova, rivolta a giovani spettatori e non solo, che favorisca la rinascita di un dialogo tra le generazioni attraverso una forma di comunicazione insolita rispetto a quelle convenzionali”.

[cinzia dugo – comunicato]

Marino Marini. Luci su Pomone
Marino Marini. Luci su Pomone

Marino Marini. Video arte
Marino Marini. Video arte

Corteccia e Marino
Corteccia e Marino

Bosco di Marino
Bosco di Marino

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento