arte contemporanea. NASCE “SPAZIO ZERO”

Oggi l’inaugurazione con la mostra “Harmonia Mundi”, opere di Luigi Petracchi

Lo spazio espositivo 1

SERRAVALLE. Nasce Spazio Zero un nuovo luogo espositivo dedicato alla alla promozione delle arti contemporanee e alla ricerca estetica. L’idea di creare questo spazio è di Edi Pagliai e Luigi Petracchi, un luogo in cui l’Arte possa manifestarsi nelle sue innumerevoli forme, portando nel territorio di Serravalle Pistoiese una novità culturale capace di propagarsi nella Provincia e risuonare fino a livello nazionale. Spazio Zero, infatti, avrà la sua sede in via Forra di Castelnuovo a Casalguidi e oggi sabato alle 16.30 aprirà ufficialmente i battenti con l’inaugurazione della mostra Harmonia Mundi patrocinata dal Comune di Serravalle Pistoiese.

La mostra in tal senso si pone in continuità con i primi dibattiti e chiude il cerchio delle conferenze svoltesi all’interno di Conflitti e Armonie concretizzando le prospettive emerse: Harmonia Mundi come sintesi e accordo degli opposti che si attraggono e si respingono producendo Progresso e germinazioni di idee infinite; Harmonia Mundi come superamento dei limiti e distruzioni delle catene che tengono l’Uomo ancorato a una realtà statica; Harmonia Mundi come dialettica e dinamismo nell’ampio spettro del possibile e delle infinite sfaccettature delle Arti contemporanee e della Cultura contemporanea. 

Spazio Zero – arte contemporanea partirà dal Conflitto per raggiungere l’Harmonia e incastonarsi nei territori di Serravalle Pistoiese come un luogo di slancio culturale e vitale, mantenendo attiva la collettività anche attraverso lo streaming degli eventi e la digitalizzazione dei contenuti. Un luogo fertile di sviluppo, di promozione e di valorizzazione; un luogo in cui convogliare il meglio del nostro presente.

L’invito 2

“Nella primavera dello scorso anno —afferma l’assessore alla cultura, Ilaria Gargini – nelle Sale Affrescate del Comune di Pistoia ho avuto il piacere di vedere la mostra Conflitti e armonie e ne sono rimasta colpita tanto che quando Edi Pagliai e Luigi Petracchi mi hanno mostrato l’ambiente in via di Forra e Castelnuovo dove hanno creato questo meraviglioso spazio espositivo subito ne sono rimasta entusiasta.

E non perché sia un’esperta di arte, tutt’altro, ma perché le opere di Luigi Petracchi mi hanno colpito per il loro essere enigmatiche, misteriose antiche e moderne allo stesso tempo, bianche, nere, ma anche colorate. Nelle sue opere si racchiude il fascino dell’antico, le risposte antiche e necessarie alla società moderna.

Grazie a Edi Pagliai e Luigi Petracchi sono riuscita a vedere oltre e ad immaginare tutto ciò che quel bellissimo spazio potrà ospitare. Voglio quindi ringraziare entrambi per la loro volontà di aprirsi al territorio, certa che in quei luoghi potranno emergere realtà meravigliose”.

[innocenti – comune di serravalle]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email