ASL E SCUOLA, UNA COLLABORAZIONE SALUTARE

Il laboratorio dei ragazzi
Il laboratorio dei ragazzi

PISTOIA. Trenta progetti per 10 aree di interesse, più di 80 operatori sanitari direttamente coinvolti, quasi 18.000 studenti partecipanti, oltre 200 docenti formati. Sono alcuni dei dati che riassumo l’impegno e la volontà dell’Azienda Sanitaria Usl 3 di Pistoia, attraverso la unità operativa Educazione alla Salute, nel proseguire la collaborazione con l’organizzazione scolastica anche per il 2015-2016.

Le proposte, formative ed educative, pensate per la fascia di età che va dai tre ai quindici anni sono contenute nel catalogo “La Salute come responsabilità Collettiva”, già inviato alle direzioni scolastiche: dall’educazione alimentare all’attività motoria, dalla prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse ai temi della donazione e della solidarietà, molti progetti sono in continuità con quelli degli anni passati.

Un impegno particolare è previsto per la prevenzione e l’abuso di fumo, alcol, farmaci e sostanze stupefacenti con il nuovo percorso Unplugged e per individuare, ed eventualmente segnalare, eventuali maltrattamenti e comportamenti a rischio, anche gli insegnati potranno diventare le “sentinelle” del progetto provinciale “Codice Rosa”.

In tutti e 30 i progetti è sempre prevista la partecipazione diretta degli operatori dell’azienda sanitaria (nutrizionisti, psicologi, ginecologi, igienisti, farmacisti, ecc.), che, in collaborazione con le Associazioni (in particolare Avis, Fratres, Rosa Spina, La Giostra, Oltre l’Orizzonte) e gli ordini professionali (Associazione nazionale dentisti italiani) si recheranno nelle scuole o accoglieranno gli studenti all’interno dei vari servizi.

Le attività, molte delle quali coinvolgono anche i genitori, saranno a carattere teorico e pratico, didattiche, ludiche e di laboratorio. Relativamente ai percorsi conoscitivi svolti all’interno delle strutture sanitarie sono riproposti i progetti “Andiamo al Consultorio”, “Incontri con l’ostetrica” e gli “Open Day” in pronto soccorso e al 118.

Un ulteriore nuovo percorso, nell’ambito dell’emergenza e urgenza riguarda la gestione delle emergenze intrascolastiche: questo specifico progetto permetterà ai docenti di apprendere manovre di supporto vitale di base (manovre di rianimazione) e l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico (per le scuole che ne sono in possesso). L’iniziativa darà la possibilità ai partecipanti di conseguire l’attestato di riabilitazione.

Sul tema della sicurezza verranno invece coinvolti i Vigili del Fuoco e su quello del “consumo responsabile e consapevole dei farmaci e del cibo” fino ad una più specifica conoscenza dei metodi di prevenzione dei tumori la Fondazione onlus “Attilia Pofferi”.

Per i risultati di gradimento e di partecipazione raggiunti viene riproposto anche Spreco, l’iniziativa finalizzata a migliorare la qualità dei pasti nella giornata alimentare di un bambino.

[ponticelli – usl 3]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento