bagnolo. UFFICI TRASFORMATI IN DORMITORIO, DOPPIO SEQUESTRO NELLA ZONA INDUSTRIALE

La Polizia Municipale, in un’operazione congiunta con i Vigili del Fuoco, ha trovato camere e cucine abusive, dove vivevano anche bambini. Ignorate le più elementari norme di sicurezza e antincendio
Controlli a ditta di confezioni (foto archivio)

MONTEMURLO. Venerdì scorso, 15 dicembre, la Polizia Municipale di Montemurlo, insieme ai Vigili del Fuoco, ha portato a termine un doppio sequestro in un immobile produttivo nella zona industriale di Bagnolo, dove ha sede una confezione, gestita da una coppia di cinesi.

Nell’ambito di un controllo, gli agenti hanno trovato tre stanze destinate a ufficio trasformate in dormitorio, per un totale di nove posti letto, con probabilità a servizio degli operai della ditta sottostante, che al momento del controllo non erano presenti. Inoltre, nell’ingresso per accedere agli uffici era stata ricavata una cucina del tutto abusiva sia per le norme di sicurezza che per quelle igienico – sanitarie.

La stessa situazione si è presentata agli agenti durante il controllo nell’altra porzione dell’edificio industriale, che è dotata di entrata indipendente. Anche in questo caso un locale di 38 metri quadrati ad uso ufficio era stato trasformato in dormitorio e cucina.

Il comandante della Polizia Municipale di Montemurlo

Al momento della perquisizione gli occupanti dei locali non erano presenti, ma – cosa preoccupante — tra i vari effetti personali rivenuti nelle stanzette, gli agenti hanno trovato scarpe e indumenti da bambino, segno che nei locali viveva una famiglia con figli piccoli.

In questo seconda porzione di magazzino industriale non sono stati trovati macchinari, infatti, i locali erano stati affittati al solo scopo “residenziale”. Per le gravi violazioni di sicurezza sui luoghi di lavoro, delle norme antincendio e di igiene e per le variazioni d’uso dei locali, la Polizia Municipale ed i Vigili del Fuoco hanno ritenuto opportuno procedere all’immediato sequestro di tutto l’immobile.

Inoltre la Polizia Municipale sta svolgendo accurate indagini per risalire all’identità degli affittuari della seconda porzione di magazzino controllata, che al momento dell’ispezione non erano presenti.

« Il lavoro del Comune di Montemurlo per la prevenzione e la sicurezza nei luoghi di lavoro non si ferma —  commenta il sindaco Mauro Lorenzini — Vorrei esprimere ancora una volta il mio personale ringraziamento per l’importante lavoro condotto dalla Polizia Municipale insieme ai Vigili del Fuoco e alle altre autorità, affinché l’illegalità non possa attecchire sul territorio».

[masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento