ballottaggio. BERTINELLI SU BARONTINI, BARTOLI E LOMBARDI

«Ho voluto aprire un tale confronto, per approfondire progressivamente possibili punti di convergenza parlando direttamente con coloro che li hanno pensati e proposti, ascoltando le loro opinioni»
Samuele Bertinelli

PISTOIA. In allegato, e di seguito, la nota del candidato sindaco Samuele Bertinelli sui colloqui intercorsi oggi con Barontini, Bartoli e Lombardi:

Il progetto politico che interpreto è sempre stato rivolto a tutte le cittadine e i cittadini che si riconoscono nei valori di un centro sinistra largo, democratico e riformatore, progressista e aperto al cambiamento. Per questo già lunedì, all’indomani del primo turno delle elezioni comunali, ho detto pubblicamente che consideravo interlocutori naturali tutti coloro che hanno scelto di votare al primo turno un candidato anche diverso da me, ma collocato nell’ambito del centro sinistra.

E così oggi ho chiamato Francesca Barontini, Ginevra Lombardi e Roberto Bartoli, i tre candidati a sindaco con una storia riconducibile a questa area politica, per ascoltare, partendo dalla loro idea di città, le loro opinioni sul prossimo ballottaggio, che vedrà misurarsi due proposte di governo – quella del centro sinistra e quella della destra – chiaramente alternative tra loro, non solo nei contenuti, ma anche nei valori di fondo che le animano.

Nel colloquio con Roberto, ho anche colto l’occasione per fargli i miei migliori auguri per il suo compleanno.

Sono state tre conversazioni cordiali, che considero tutte positive, e che – per quanto mi riguarda – rappresentano solo l’inizio di un confronto, esclusivamente di carattere programmatico, che è giusto sia sviluppato, nell’interesse della città e dei cittadini pistoiesi, anche dopo il prossimo 25 giugno.

Già nel corso della campagna elettorale, nelle idee e nelle proposte avanzate da Francesca, Roberto e Ginevra, pur con le differenze che innegabilmente vi sono, e rimangono, ho infatti registrato potenziali punti di possibile sintonia con il progetto di governo che, insieme alla coalizione larga che mi sostiene, ho presentato alla città.

Ho voluto aprire un tale confronto, per approfondire progressivamente possibili punti di convergenza parlando direttamente con coloro che li hanno pensati e proposti, ascoltando le loro opinioni.

Con tutti abbiamo condiviso fin da subito come non possa esservi alcuno spazio per apparentamenti formali né per accordi sugli assetti di governo. La composizione della giunta, per quanto mi riguarda, sarà infatti ispirata, come prevede la legge, alla piena autonomia del sindaco che sarà eletto. Anche in questo senso, come già ho detto, cambierò tutto quello che c’è da cambiare e sceglierò persone autorevoli e di alto profilo, rappresentative della città e delle sue migliori e più significative istanze, in coerenza con gli obiettivi di governo, che chiediamo a tutte le cittadine e i cittadini pistoiesi di buon senso e di buona volontà di sostenere affinché il centro sinistra riconquisti il prossimo 25 giugno il governo di Pistoia.

Samuele Bertinelli

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento