BANCA ALTA TOSCANA, IL 16 DICEMBRE ASSEMBLEA STRAORDINARIA

I soci saranno chiamati a votare l’adesione al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea
La sede della Banca Alta Toscana a Vignole

QUARRATA. Si terrà domani domenica 16 dicembre, a partire dalle 9,30, presso la Cattedrale ex Breda di via Pertini a Pistoia, l’assemblea ordinaria e straordinaria di Banca Alta Toscana Credito Cooperativo.

Gli oltre 8.400 soci saranno chiamati a deliberare la modifica dello Statuto, al fine di consentire alla Banca di aderire al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea. Un atto, questo, propedeutico a tale scelta di adesione, in base a quanto stabilito dalla legge 49/2016 di riforma del Credito Cooperativo e delle successive modifiche. Dopo mesi di lavoro e di confronto a livello nazionale, comincia dunque a diventare operativa la riforma del credito cooperativo, che salvaguarda l’esperienza originale della cooperazione mutualistica di credito, mantenendo la funzione primaria di sostegno delle Bcc ai propri territori e allo stesso tempo fornendo risposte concrete alle esigenze del mercato e alle sollecitazioni dell’Unione Bancaria Europea.

In caso di approvazione da parte dei soci, che il 27 maggio 2017 già sottoscrissero una pre-adesione, Banca Alta Toscana sarà affiliata al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, al quale, al pari di altre 141 Bcc consorelle, sarà legata da un contratto di coesione. Alla capogruppo, il cui capitale sociale — per legge — sarà detenuto per almeno il 60% dalle Bcc aderenti, sono affidati compiti di coordinamento, direzione, controllo strategico del gruppo e poteri di intervento sulle Bcc aderenti, volti ad assicurare il rispetto dei requisiti prudenziali e delle altre disposizioni in materia bancaria e finanziaria.

Le banche del gruppo che si collocano nelle classi di rischio migliori definiranno in autonomia i propri piani strategici ed operativi: in assenza di criticità relative al rispetto di determinati indici di rischio, le singole Bcc affiliate continueranno a svolgere la loro attività sul territorio di competenza in maniera indipendente.

La nascita del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea aumenterà la solidità del sistema delle Bcc, con benefici a favore dei soci e dei clienti in termini di maggiore qualità di prodotti e servizi offerti. Il Gruppo bancario Cooperativo Iccrea si avvia a diventare la prima banca locale italiana con numeri di rilievo: 142 Bcc aderenti, una base sociale di 750.000 soci, più di 4 milioni di clienti e un patrimonio netto di 11,5 miliardi di euro, un attivo di 148 miliardi, impieghi lordi per 93,3 miliardi e una raccolta diretta per 102,4 miliardi.

[Headline Giornalisti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento