banca alta toscana. RIVISTO IL PIANO DI CHIUSURA DEGLI SPORTELLI ATM SULLA MONTAGNA PISTOIESE

Sarà riattivato l'apparecchio di Gavinana ed un nuovo sportello Atm arriverà a Campotizzoro. Confermate le agevolazioni su Bancomat e POS
La sede della Banca Alta Toscana a Vignole

QUARRATA. Il Consiglio di Amministrazione di Banca Alta Toscana ha deciso di rivedere il piano di razionalizzazione degli sportelli Atm remoti sulla montagna pistoiese: già dai prossimi giorni, dopo un necessario intervento di adeguamento relativo alla sicurezza, sarà riattivato lo sportello Atm di Gavinana.

Il dispositivo di Bardalone, non più idoneo, sarà dismesso: al suo posto verrà introdotto uno sportello Atm di nuova generazione a Campotizzoro, sulla cui precisa ubicazione, che dovrà assicurare la massima fruibilità alla popolazione, sono in corso valutazioni da parte della Banca.

Restano confermate le altre misure già annunciate a favore dei residenti e dei commercianti di Pian degli Ontani, Prunetta e Bardalone: Banca Alta Toscana credito cooperativo si rende disponibile a fornire gratuitamente la carta bancomat ai pensionati di queste frazioni, così come il terminale Pos gratuito agli esercizi commerciali che ne faranno richiesta, associandosi alla Banca.

Il Cda della Banca Alta Toscana

“A differenza di altri istituti la nostra Banca, in questi anni, non ha chiuso nessuna agenzia sulla montagna pistoiese e ha garantito la piena operatività sul territorio — afferma il direttore generale Elio Squillantini —. Come istituto di credito cooperativo abbiamo a cuore le esigenze delle comunità locali e ci impegniamo a trovare soluzioni per mantenere i servizi, anche con modalità nuove attraverso le moderne tecnologie. Mettere a disposizione di cittadini e commercianti, bancomat e Pos gratuiti, significa dare la possibilità di effettuare pagamenti senza denaro contante con modalità semplicissime e nella massima sicurezza, anche per piccole cifre.

Ribadiamo inoltre la disponibilità, già manifestata anche agli amministratori locali, di partecipare a riunioni ed assemblee nelle frazioni montane, per spiegare le ragioni delle nostre decisioni, che devono basarsi su criteri di efficienza, perché le risorse non sono illimitate, e devono rispondere non solo alle autorità di vigilanza, ma anche al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, di cui siamo entrati a far parte.

Fra i compiti della Capogruppo, c’è infatti quello di indicare anche obiettivi di tipo economico che la Banca dovrà in ogni modo raggiungere. A questo fine è necessario che Banca Alta Toscana trovi nelle popolazioni dei centri più importanti, come nelle frazioni più disagiate un’adesione convinta, capace di garantire un necessario scambio mutualistico, attraverso il quale giustificare investimenti di lungo termine. Se ci sarà un riscontro positivo, sarà molto più semplice trovare insieme una strada condivisa e soddisfacente”.

[headline —banca alta toscana]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento