banda ultra larga. PARTITI I LAVORI PER COMPLETARE LA RETE SUL TERRITORIO

Inizio lavori per il completamento della rete Banda Ultra Larga

MONTEMURLO. Sono partiti ieri mattina i lavori per la costruzione della rete passiva a banda ultra – larga realizzati dalla società Open Fiber S.p.a, che si è aggiudicata la gara pubblica indetta da Infratel Italia S.p.a. per la realizzazione del “Piano per lo sviluppo della banda ultra-larga nel Paese”, approvato dalla Presidenza del Consiglio nel 2015, progetto voluto dal Governo per colmare il divario infrastrutturale accumulato negli ultimi anni dall’Italia.

All’avvio dell’importante intervento infrastrutturale erano presenti gli assessori all’innovazione, Giorgio Perruccio e ai lavori pubblici, Simone Calamai, Marco Gasparini, manager regionale di Open Fiber, Luca Moretti, manager per l’area pratese sempre di Open Fiber e il responsabile di cantiere della ditta esecutrice dei lavori, la Sittel spa, Nicola Baecchi.

I lavori dureranno tre mesi e una volta conclusi garantiranno la quasi totale copertura di infrastruttura digitale a banda ultra-larga di Montemurlo. Gli scavi saranno realizzati attraverso la tecnica “non invasiva” della perforazione guidata e si aggiungono a quelli già realizzati nel tempo da varie altre società per il cablaggio di Montemurlo (Consiagnet, Estracom, Telecom ecc..), completando così la copertura digitale del territorio.

La rete che realizzerà la società Open Fiber è totalmente pubblica e sarà a disposizione delle aziende che si occupano di comunicazione- telecomunicazioni e che quindi venderanno i servizi di connessione all’utente finale. Le utenze che saranno interessate dai lavori sono circa mille, tra famiglie e aziende.

« La banda a fibra ultra larga rappresenta un’infrastruttura di fondamentale importanza per essere all’avanguardia con lo sviluppo tecnologico — sottolineano gli assessori Perruccio e Calamai — Con questo intervento, realizzato da Open Fiber si raggiunge la copertura pressoché totale del territorio, anche in quelle zone più periferiche, così dette “a fallimento di mercato”.

Avere a disposizione la banda ultra larga significa avere accesso ad una serie di servizi ed opportunità che oggi viaggiano solo con l’ausilio della rete. In questo modo si garantiscono servizi sempre più importanti per le famiglie e per lo sviluppo imprenditoriale».

Come si ricorderà, il comune di Montemurlo, insieme ad altre nove amministrazioni locali toscane, ha firmato una convenzione con Regione, Ministero dello sviluppo economico e Infratel ed ha quindi rilasciato in tempi record tutte le autorizzazioni per la posa della fibra ottica a banda ultra larga.

Montemurlo diventa così un comune sempre più smart e centra l’obbiettivo del completo cablaggio con la fibra ottica dell’intero territorio entro i primi mesi del 2018.

[ masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento