BARDELLI (FDI-AN): «RESPINTA LA MOZIONE TELECAMERE NEGLI ASILI NIDO COMUNALI»

Asilo Cip Ciop
Asilo Cip Ciop. Ricordiamolo

SERRAVALLE. Con il voto contrario della maggioranza e di due consiglieri di opposizione è stata respinta ieri sera (2 settembre) in Consiglio la mozione presentata dalla sottoscritta a favore della introduzione di telecamere negli asili nido comunali, nelle scuole materne e nella Rsa presenti nel territorio di Serravalle Pistoiese.

In seguito ai reiterati episodi di maltrattamenti e sevizie ai danni di minori e anziani, diffusi da Tv e organi di stampa – che hanno riguardato purtroppo da vicino anche la nostra provincia – impegnavamo il Sindaco e la Giunta a realizzare in tutti gli asili nido di competenza comunale un sistema integrato di videosorveglianza con la facoltà di consultazione diretta dei genitori/familiari in una sala di regia presso l’istituto o gli istituti di riferimento; e a sollecitare le autorità scolastiche e sanitarie competenti affinché una simile rete di videosorveglianza possa essere installata con le stesse modalità e finalità presso le scuole materne di competenza statale e la Residenza Sanitaria Assistenziale presenti nel Comune.

La sottoscritta sottolineava il fatto che l’installazione delle telecamere in istituti scolastici e in Rsa potrebbe essere utilizzata anche in senso contrario, ossia per scagionare educatori e operatori sanitari nel caso in cui questi siano accusati ingiustamente di abusi e violenze.

Anche il Garante della Privacy, intervenuto sull’argomento in data 8 maggio 2013, riprendendo le indicazioni della Commissione Europea riconosce la liceità della videosorveglianza negli spazi riservati alla didattica, a condizione che vengano rispettati determinati principi: “Riguardo alla tutela dell’incolumità fisica dei minori, si evidenzia che tale finalità, senz’altro lecita, deve essere assicurata cercando di salvaguardare, al contempo, anche altri interessi fondamentali di costoro, tra i quali quello alla loro riservatezza, soprattutto attraverso il rispetto dei principi di necessità e proporzionalità posti dal Codice (artt. 3 e 11)”.

Elena Bardelli in Consiglio
Elena Bardelli in Consiglio

I motivi del respingimento della mozione da parte della maggioranza e della Giunta sono assolutamente banali e ridicoli: non ci sarebbe nessun pericolo perché il personale comunale che opera negli asili è qualificato e selezionato e in continuo contatto con le famiglie; non esistono negli asili comunali rischi per l’incolumità fisica dei bambini che possano autorizzare l’installazione delle telecamere; la ripresa diretta tramite telecamera causerebbe disturbi di personalità nei minori; la videosorveglianza creerebbe solo allarmismo e un clima di “caccia alle streghe”.

Caro sindaco e caro Assessore Querci, anche nelle scuole dove si sono verificati gli episodi di maltrattamento erano in servizio, fino a prova contraria, educatori qualificati e competenti e in continuo contatto con i familiari, tanto che dopo i fatti di violenza dirigenti, colleghi e genitori non sapevano capacitarsi dell’accaduto.

Inoltre il rischio che secondo il Garante della Privacy potrebbe autorizzare la videosorveglianza è costituito in maniera molto evidente dall’aumento dei casi anche nel nostro territorio provinciale (bisogna aspettare che dei bambini vengano picchiati, prima di installare le telecamere?).

A nostro avviso, se dobbiamo scegliere, meglio creare allarmismo che permettere che persone deboli e indifese, come minori, anziani, malati e disabili – di cui peraltro l’Amministrazione dovrebbe farsi carico in maniera particolare – vengano malmenate e maltrattatate.

In tutta sincerità ciò che crea traumi psicologici è essere ripresi da una telecamera, di cui si può spiegare tranquillamente il motivo (oltretutto si parla di bimbi al di sotto dei tre o dei sei anni di età), o le percosse subite nella prima infanzia?

Il Sindaco e la Giunta, insieme a coloro che hanno respinto la mozione, si assumano personalmente la responsabilità del loro gesto rendendo conto alla cittadinanza di Serravalle.

Elena Bardelli
Consigliere Comunale Fdi-An

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

4 thoughts on “BARDELLI (FDI-AN): «RESPINTA LA MOZIONE TELECAMERE NEGLI ASILI NIDO COMUNALI»

  1. Ci si dovrebbe fidare dei maestri e degli insegnanti. Purtroppo però i fatti che sono successi anche a Pistoia dimostrano che nelle scuole ci sono persone che non sono affatto adatte a stare con i bambini, anche se hanno molta esperienza. E allora che cosa si fa? Visto che le scuole non prendono mai prima provvedimenti, perché i presidi non si accorgono mai di niente, stiamo tutti a guardare?

Lascia un commento