BARSANTI SECONDO IN R1 AL “VALLE DEL TEVERE” SU RENAULT CLIO RALLY5 NDM TECNO

Soddisfazione per il risultato ottenuto dal pilota della Montagna Pistoiese andato anche oltre le aspettative

Piergiorgio Barsanti e Cristian Pollini su Renault Clio Rally5 “griffata” Ndm Tecno

MONTAGNA. Si è tinta d’argento la “prima” stagionale per Ndm Tecno, sugli sterrati del 1° Rally Terra Valle del Tevere.

Nella gara aretina, valida per il Challenge Raceday Rally Terra e corsa nel weekend appena andato in archivio, il team versiliese ha colto una più che positiva piazza d’onore nella classe R1 con la Renault Clio Rally5, che la squadra di Leonardo Bertolucci gestisce per conto di Mc Racing. Ad ottenere il risultato è stato Piergiorgio Barsanti, affiancato da Cristian Pollini e portacolori della Eventi Sport Racing, che utilizzava la vettura francese per la prima volta e tornava a correre sui fondi bianchi dopo oltre 40 anni di digiuno.

“Siamo molto soddisfatti del risultato e dell’andamento di gara, andato anche oltre le aspettative – la dichiarazione di un sorridente Leonardo Bertolucci, titolare di Ndm Tecno. Per Piergiorgio era tutto nuovo: vettura, trazione anteriore, cambio sequenziale, lo sterrato dopo un’intera carriera su asfalto, una situazione tutt’altro che semplice. Analizzando la telemetria della vettura, ci ha sorpreso molto la sua guida pulita, ed i progressi nell’utilizzo del mezzo. La gara ha messo a dura prova l’auto, su un fondo alquanto accidentato, che ne ha però esaltato le doti di solidità. Assieme a Barsanti abbiamo visto dove si può intervenire e progredire: confidiamo che ci sarà presto occasione per farlo.”

A fargli eco è lo stesso Piergiorgio Barsanti, raggiante per la medaglia d’argento. “Non è stato affatto facile calarsi in questa nuova realtà, ritrovando lo sterrato dopo una vita e con una vettura tutta da scoprire per me – le parole dell’esperto pilota della montagna pistoiese – Sono partito cauto, cercando, assieme al mio navigatore, di capire le reazioni del mezzo meccanico, e seppur il potenziale si noti subito bisogna farci chilometri per poterla sfruttare a dovere. Siamo migliorati prova dopo prova, compiendo anche qualche errore di gioventù, un eufemismo per uno come me che ha passato i 70 anni, ma il bilancio è assolutamente positivo. Adesso vedremo il da farsi: sicuramente l’idea di proseguire nel Raceday mi stuzzica, sia per continuare l’apprendistato sia per valutare i progressi compiuti. In ogni caso, Ndm Tecno si è dimostrata nuovamente una struttura professionale ed attenta ad ogni esigenza del pilota, ed è anche grazie ai consigli di Leonardo e di Riccardo Baldini se sono migliorato molto nel corso del rally.”

Rimani aggiornato con le notizie della Montagna Pistoiese:

 

#Telegram

#Twitter

#Facebook

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email