basket. ORIORA ARMANI – EXCHANGE

Ha vinto sul campo la Armani Exchange col risultato di 91-81

 

1

PISTOIA. La squadra di Pistoia incontra la corazzata Olimpia Milano, e dando una dimostrazione di squadra che lotta fino alla fine rende il compito difficile agli ospiti.

C ‘è da chiedersi se la dipartita (sportiva) del fu capitano, mai davvero amato, D. Johnson abbia giovato al team, che senza un vero leader, o meglio, senza un capitano imposto dalla dirigenza, ma scelto sul campo, ed è il caso di Gianluca Della Rosa, coccolato ed amato dal pubblico del palazzetto, la grinta e la voglia di lottare sono emerse, e la dimostrazione palese è stata l’uscita dal campo a fine gara col pubblico in piedi ad applaudire. 

Certo forse occorreva svegliarsi prima, ma il match di ieri fa ben sperare( che altro resta?) per le gare a venire.

Ha vinto sul campo la Armani Exchange col risultato di 91-81.

Al 5′ minuto il risultato era 10-11 per Milano. Il primo quarto si è chiuso 17-23. 

A metà gara il tabellone segnava 38-49.

2

Non sono mancati gli errori , anche macroscopici, da parte di giocatori che ben pochi ricordi lasceranno qui a Pistoia, in compenso, come già scritto sopra c’era tanta voglia di lottare, ma ogni volta che si riduceva il distacco, Milano rimetteva le cose in chiaro andando a segnare e ribadendo che non avrebbe concesso alcunchè.

Buono l’esordio del giovane Blaz Mesicek, per nulla intimorito da chi aveva davanti, si è mosso bene , ha segnato, ha difeso, ha lottato anche a terra su palloni da non perdere assolutamente, e per essere alla prima gara ha dimostrato di essere in forma, magari fossero tutti su di giri come lui.

La gara si è conclusa 81-91.

Da ora in poi…tassativo vincere..

[Gianluca Risi]

3

4

5

6

7

8

9

10

11
12

 

https://www.linealibera.info/basket-oriora-vince-a-tavolino/

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email