battesimi. LA GHERARDI COME NOLIGNI?

Vannuccini protesta per la Gherardi. Ma della Noligni, se ne è scordato?

AGLIANA. La serata si annuncia “bollente” ma non per le temperature: l’insediamento della giunta Benesperi prevede l’esito formale di giuramento e insediamento del Sindaco e la investitura formale (sì, perché i colonnelli romani, hanno già deciso chi è che dovrà essere eletta: la Milva Pacini) del Presidente del Consiglio, che subentrerà al massimalista e antidemocratico (ci ha espulsi più volte) Fabrizio Nerozzi.

La scrivania vuota della fedifraga Noligni: abbandonava il Comune per sabotare il Mangoni

Ma torniamo sul capogruppo di opposizione piddìno, Massimo Vannuccini. Non gli è andata giù la nomina della commercialista di Buggiano, Katia Gherardi.

Che se ne faccia una ragione: anche Giacomo Mangoni si vide associare il commissario demokrats sindacalista Fragai che lui non sapeva neanche chi fosse, salvo poi scoprirlo dopo quattro anni di vessazioni e arroganze per ordini impartiti dal puparo rock.

La dirigente Tiziana Bellini firmava tutto senza controlli?

Noi non conosciamo la neo Assessore Gherardi che non ha inteso – la comprendiamo – rilasciarci alcuna intervista al momento della sua presentazione.

Però sulla sua nomina potremmo fare ulteriori considerazioni, diciamo di “incoraggiamento”.

Sulla questione lanciata dal Vannuccini, e cioè se c’era bisogno di prendere un commercialista sulla piazza di Buggiano, possiamo osservare altro.

Dopo che l’Assessorato al bilancio è stato gestito da Valentina Noligni (laureata in Scienze umanistiche o filosofiche) la presenza di una neo assessore con delle competenze tecniche è un autentico lusso.

La dichiarazione di Vannuccini è confessoria su un altro aspetto: fino alla gestione “rossa” delle amministrazioni, il manico del bilancio (accidenti a Bassanini) lo reggeva Tiziana Bellini: l’assessore doveva solo firmare ciò che era stato deciso da altri (un fumo negli occhi e uno specchietto per gli allocchi anziché per le allodole, però).

Una dirigente – la Bellini – che ha autorizzato tutte le spese quantomeno anomale fatte dal Nesti, che ha ripreso a lavorare gente licenziata (troppo velocemente messa in “pensione”) e sulla quale ci sarebbe da chiedersi se, domani, presenterà i bilanci al Sindaco in modo dopato (con partite aggregate) o in trasparenza per permettere una comprensione autentica delle partite di spesa.

Maurizio Ciottoli, Fdi-An, perseguirà i dirigenti infedeli e incapaci

È bene che l’assessore Gherardi sia indefettibile come anche il suo collega Maurizio Ciottoli (siederà al posto di Fragai: un bel contrappasso, non c’è che dire!) che ci ha ribadito – forse per farlo chiaro a tutti i dirigenti – che da oggi la musica cambierà: sarà insediata la commissione disciplinare e questa è solo la partenza.

Abbiamo già scritto che servono le azioni di responsabilità contro i dirigenti e non le delibere di approvazione dei “fuori bilancio”: i cittadini devono smetterla di pagare i danni commessi per incompetenza, superficialità e abuso di potere da altri dirigenti.

Ciottoli ha dunque detto benissimo, e non lo scordiamo, quando ci spiega che da oggi, gli avvocati saranno pagati per difendere le ragioni dei cittadini e non i torti dei dirigenti infedeli o incapaci.

Buon consiglio a tutti.

Alessandro Romiti
[alessandroromiti@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email