bcc vignole-montagna. 45MILA EURO PER BORSE DI STUDIO E BONUS BEBÈ

Confermate anche le altre agevolazioni per i soci: Tua Card, sconti per l’acquisto di libri scolastici e contributi per la dichiarazione dei redditi dei pensionati
Bcc Vignole e Montagna Pistoiese

QUARRATA. Borse di studio, bonus bebè, contributi per l’acquisto dei libri scolastici e per la dichiarazione dei redditi dei pensionati. Sono alcune delle agevolazioni che la Banca di Credito di Vignole e della Montagna Pistoiese ha rinnovato, in favore degli oltre seimila soci, per l’anno 2017.

“Sono iniziative storiche che testimoniano la vicinanza della Banca alle famiglie e il carattere mutualistico della cooperazione di credito. Essere socio della nostra Banca vuol dire fare parte di una realtà che ricerca il miglioramento e lo sviluppo sociale, economico e culturale del territorio di riferimento” afferma il presidente Giancarlo Gori.

BORSE DI STUDIO

Per il ventesimo anno consecutivo la Bcc Vignole e Montagna Pistoiese premia il merito scolastico: il bando 2017 stanzia 30 mila euro per 56 borse di studio, destinate ai soci e figli di soci (in caso di studenti minorenni) che entro il prossimo settembre otterranno il massimo dei voti nel concludere il ciclo di scuole medie, superiori e gli studi universitari.

Il Presidente Giancarlo Gori

15 borse di studio da 200 euro sono previste per i ragazzi che conseguiranno la licenza media, 20 borse di studio da 400 euro vengono messe a concorso per neodiplomati ed altrettanti riconoscimenti, ciascuno di 700 euro, sono rivolti a coloro che avranno ottenuto la laurea magistrale con votazione di 110 o 110 e lode.

Chi, tra questi ultimi, si fosse laureato con una tesi sul tema della cooperazione o sul credito cooperativo, potrà contare su un’ulteriore borsa di studio da 1.000 euro. Una parte dei premi sarà riconosciuta sotto forma di voucher per l’apertura di un fondo pensione (50 euro per i ragazzi delle scuole medie e per i neodiplomati, 100 euro per i neolaureati, 200 euro per la tesi sulla cooperazione).

A tutti gli studenti maggiorenni destinatari di borsa di studio sarà inoltre assegnato un premio aggiuntivo di 103,20 euro, pari a 20 azioni, finalizzato all’incremento della loro partecipazione nella Banca. La consegna delle borse di studio avverrà durante la cerimonia di premiazione che si terrà sabato 2 dicembre 2017 presso l’auditorium Marcello “Cesare” Fabbri di Vignole.

Nel corso delle precedenti diciannove edizioni sono stati premiati oltre 700 ragazzi e distribuiti circa 650 mila euro.

SCALA IL CARO SCUOLA

Sempre in ambito scolastico, dopo il successo degli scorsi anni, torna l’iniziativa Scala il caro scuola, che a settembre consentirà alle famiglie socie di risparmiare sull’acquisto dei libri scolastici.

La Banca riconoscerà infatti ai figli dei soci che frequentano le scuole medie inferiori e superiori un contributo per abbattere il caro libri. Le cartolibrerie del territorio convenzionate con la Banca applicheranno un ulteriore sconto del 5% calcolato sulla spesa sostenuta dalle famiglie.

L’ammontare del contributo riconosciuto dalla Banca varia in base alla classe e al tipo di istituto, secondo i parametri di spesa che verranno indicati dal Ministero dell’Istruzione. A titolo indicativo, negli scorsi anni il contributo della Banca è stato compreso tra i 44 e i 58 euro, a cui si aggiunge lo sconto da parte delle cartolibrerie convenzionate: l’anno scorso furono 27, dislocate nei diversi comuni su cui opera la Banca.

 BONUS BEBÈ

Il Direttore Generale Elio Squillantini

Rinnovata per tutto il 2017 anche la campagna Bonus Bebè, che riconosce ai soci un dono di 300 euro in occasione della nascita di un figlio. Nel complesso, la somma stanziata dal consiglio di amministrazione, per il conferimento di 50 bonus, è di 15 mila euro. Ciascun buono sarà composto di 250 euro per l’apertura di un libretto di deposito a risparmio dedicato al bambino e di 50 euro per l’apertura di un fondo pensione.

Le domande, corredate dal certificato di nascita rilasciato dal Comune, dovranno pervenire all’Ufficio soci entro tre mesi dalla nascita del bambino. Il Bonus bebè sarà assegnato ai genitori dei nuovi nati, soci a titolo personale della Banca da almeno sei mesi prima della nascita di un figlio.

Lo scorso anno sono state 47 le famiglie beneficiarie e dal 2009, anno in cui è stata lanciata l’iniziativa, la Bcc Vignole e Montagna Pistoiese ha assegnato ai neo-genitori, sotto forma di bonus bebè, un totale di 151.600 euro.

ASSISTENZA FISCALE A PORTATA DI MANO

Tra i tanti vantaggi extra-bancari che la Bcc Vignole e Montagna Pistoiese riserva ai propri soci, c’è anche l’assistenza fiscale a portata di mano. Al momento di pagare le tasse, la banca viene in aiuto dei propri soci erogando un contributo per la redazione del Modello 730.

Grazie ad una convenzione sottoscritta con i principali Caf del territorio, il socio pensionato potrà ottenere un contributo di 35 euro + Iva per il servizio di redazione della dichiarazione dei redditi. Un buono di 15 euro più Iva è previsto anche per i clienti pensionati titolari del conto Chiaro e Sereno.

TUA CARD

Si rinnova la Tua Card, il circuito di sconti tra i soci che hanno un esercizio commerciale e i soci consumatori. Il meccanismo è semplice: i titolari di un’attività commerciale possono aderire alla convenzione Tua Card e attirare nuovi clienti tra i soci della Banca riconoscendo loro uno sconto sull’acquisto dei prodotti.

Sono un’ottantina, ad oggi, le aziende di varie categorie merceologiche che hanno risposto all’iniziativa, le quali potranno da quest’anno disporre anche di una propria pagina pubblicitaria nello Spazio soci all’interno del nuovo sito internet della Banca www.bccvignole.it.

“A queste iniziative si aggiungono altri vantaggi come gli sconti sulle gite e sui viaggi organizzati dalla Banca, e le numerose agevolazioni bancarie che rendono i nostri prodotti e servizi particolarmente competitivi” —sottolinea il direttore generale della Bcc Vignole e Montagna Pistoiese Elio Squillantini — “Se mettiamo insieme tutte queste iniziative, ci rendiamo conto dell’impegno sostanzioso che anche quest’anno la banca si è assunta.

Perché lo facciamo? Perché siamo una banca di credito cooperativo e non possiamo sottrarci a dare una risposta a difficoltà che vanno oltre l’attività tipica bancaria, che è quella di prestare denaro. C’è un disagio sociale che la Banca non può risolvere, ma può concorrere ad attenuare”.

[zona – bcc vignole-montagna]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento