BELLITI-DI ZANNI, SISMA INASPETTATO

Palazzo di Giano
Palazzo di Giano

PISTOIA. “Sabato ho ricevuto dal Tribunale di Pistoia, ufficio del giudice per le indagini preliminari, la notifica della richiesta di proroga di un’indagine a mio carico, avviata il 4 giugno 2013 e che vede coinvolte altre tre persone”.

Si è aperto con le parole del vicesindaco Belliti il consiglio comunale di lunedì 24 novembre, durante il quale per “massima trasparenza, nel rispetto delle istituzioni e nei confronti dei cittadini” l’assessore ha voluto informare l’assemblea delle ipotesi di reato emerse a suo carico. “Nella notifica manca ogni minima o sommaria descrizione del fatto che mi viene imputato, e della relativa notizia – ha proseguito l’assessore –. Nella richiesta di proroga delle indagini compare unicamente la qualificazione giuridica del fatto per cui sono indagata con il riferimento agli articoli del codice penale che si assume abbia violato. L’ipotesi di reato sarebbe dunque quella di concorso in tentativo di peculato o estorsione”. Le altre tre persone coinvolte sono il presidente di Copit Antonio Di Zanni, Arnoldo Billwiller, all’epoca dirigente del servizio mobilità e un broker della Lombardia.

“Una volta appresa la notizia – ha spiegato il vicesindaco –, ho informato immediatamente il sindaco al quale ho subito rappresentato la volontà di renderla pubblica, ritenendolo un atto doveroso per il ruolo da me ricoperto in questa città, e ho incaricato quale legale Giovanni Sarteschi, di cui ho ovviamente la massima stima e fiducia, per la necessità di agire rapidamente al fine di chiarire i fatti. Ciò non toglie che, qualora i tempi e i modi lo rendessero opportuno, possa decidere in seguito di affidare la mia difesa a un altro legale, e permettere così a Giovanni di esercitare esclusivamente il ruolo politico”.

Sull’argomento sono intervenuti numerosi consiglieri che, sul piano personale, hanno espresso la propria solidarietà all’assessore Belliti. Sul piano politico, la consigliera Semplici di Pistoia Domani si è interrogata sull’opportunità di una permanenza in giunta dell’assessore nel caso in cui le indagini non dovessero risolversi in tempi brevi. Inoltre, il consigliere Del Bino del Movimento 5 Stelle ha espresso qualche perplessità sull’incarico attribuito a Giovanni Sarteschi, auspicando una sostituzione nel caso in cui i tempi dell’inchiesta dovessero rivelarsi lunghi. A rassicurare i colleghi su questo punto è stato lo stesso capogruppo del Pd Sarteschi.

Il sindaco Bertinelli ha spiegato che per persone perbene come Daniela Belliti e Antonio Di Zanni, “non è neppure necessario indicare quale debba essere la strada da seguire affinché siano sempre garantiti la più radicale trasparenza e il più intransigente rigore, innanzitutto morale e civile, che hanno fin qui contraddistinto, e che continueranno a caratterizzare questa Amministrazione”, come anche è avvenuto in questo caso con la scelta di Belliti e Di Zanni di recarsi già lunedì mattina in Procura per manifestare la propria disponibilità ad essere interrogati, se ritenuto utile, “perfino senza conoscere il fatto storico per il quale risulterebbero indagati, perché sicuri di aver sempre agito per gli interessi generali”. Rispetto al dirigente comunale, il sindaco ha spiegato di aver comunicato – come dovuto – la notizia al Segretario generale del Comune.

La consigliera Anna Maria Celesti di Forza Italia ha voluto invitare la città ad aderire alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, puntando l’attenzione soprattutto sulla violenza psicologica “fatta di piccole violenze quotidiane” e sul “guardare oltre la propria porta di casa”, argomento che ha sollecitato anche l’intervento dei consiglieri Bartolomei, Sforzi, Patanè, Sabella e Billero.

Il consigliere del Movimento 5 Stelle Giorgi ha poi informato l’assemblea della nascita di una nuova associazione per disabili, denominata Dis-attiva, mentre la consigliera Semplici di Pistoia Domani ha parlato del bando per l’assegnazione dei contributo per badanti, evidenziato la complessità della procedura richiesta per presentare domanda. Sul tema è intervenuta anche la consigliera Anna Maria Celesti di Forza Italia che ha chiesto di semplificare l’iter del bando e informazioni sulla posizione assunta dall’Amministrazione in merito al futuro della Società della Salute.

Il consigliere Giacomo Del Bino del Movimento 5 Stelle ha parlato del recente arrivo a Pistoia di ulteriori profughi e della preoccupazione manifestata dal sindacato Coisp per la manifestazione di un caso di scabbia, mentre il collega Giorgi ha parlato della difficoltà di alcuni cittadini a raggiungere la chiesa della Vergine.

Ancora, il consigliere Alvaro Alberti del Pd è intervenuto sull’importanza di recuperare la struttura originaria (compresa la presenza di dossi e tombini) di via del Poggio di Spazzavento a seguito dei lavori eseguiti da Publiacqua e sulla necessità di ripristinare urgentemente gli argini del torrente Ombrone in località Pontelungo, erosi dalle acque. A tale proposito l’assessore Tuci ha risposto che sarà cura dell’Amministrazione provvedere ad effettuare un sopralluogo nella strada interessata chiedendo a Publiacqua di intervenire per ripristinare lo stato dei luoghi e a richiedere un riscontro al Consorzio di bonifica affinché i lavori più volte sollecitati vengano eseguiti.

L’ultima comunicazione è stata curata dal consigliere Alessandro Sabella di Forza Italia e ha riguardato la sicurezza della zona di Sant’Agostino, ultimamente interessata da furti.

[balloni – comune pt]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento