beni ex-cm. «SINDACI, VOLETE RISPONDERE?»

Montagna 5 Stelle torna a scrivere ai Sindaci dell’Unione dei Comuni rinnovando le domande sul futuro dei beni della ex-Comunità Montana
Quel che resta della Comunità Montana dell’Appennino Pistoiese
Quel che resta della Comunità Montana dell’Appennino Pistoiese

MONTAGNA. A seguito della risposta dell’Assessore Regionale all’Agricoltura Marco Remaschi, sul destino dei beni della ex-Comunità Montana (vedi qui), il Meetup Montagna a 5 Stelle torna a scrivere ai Sindaci dell’Unione Comuni Montagna Pistoiese, rinnovando le stesse domande rimaste inevase:

Come dice il detto: “domandare è lecito, rispondere è cortesia”. Indubbiamente questa è una regola di buona educazione nei rapporti sociali tra persone civili.

Certo è che, qualora tali rapporti riguardino cittadini e amministratori pubblici, la domanda dei primi diventa “diritto” e la risposta dei dei secondi è senz’altro un “dovere”.

Ma allora, perché, dopo la nostra richiesta di informazioni relativa alla situazione dell’Unione dei Comuni protocollata il 3 marzo 2016 ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna risposta?

Non sarà mica che il Presidente dell’Unione dei Comuni della Montagna Pistoiese non ritiene, per qualche arcana ragione, “doveroso” rispondere ai quesiti di Montagna a 5 Stelle?

Eppure, siamo tutti cittadini dell’Unione dei Comuni, paghiamo le tasse, siamo elettori dell’Unione (non sarà mica proprio questo il problema?).

Non sarà mica che le domande rivolte abbiano, forse, imbarazzato in quanto le risposte “ancora” non esistono?

Francamente questo silenzio denota, oltre che una mancanza di rispetto nei confronti dei propri concittadini, anche una grande impreparazione politica e mancanza di coscienza della cosa pubblica e del ruolo rivestito.

Nel frattempo, grazie al nostro portavoce in regione, Gabriele Bianchi, la lettera in oggetto è diventata un’interrogazione il 16 marzo, a cui è stata data risposta, seppur fumosa nei contenuti, il 7 giugno 2016.

Nella risposta di Remaschi, che alleghiamo, la “palla” viene passata all’Unione dei Comuni.

Inoltre, da voci di corridoio che ci sono arrivate, sembra che l’Unione abbia trattato solo per le deleghe della forestazione, e che l’intero patrimonio rimarrà alla Pprovincia di Pistoia.

Quindi, in virtù di quest’ultima notizia, non ci arrendiamo, continuiamo a domandare, a cercare, a stimolare e allora:

  • ad oggi, ancora, le funzioni della forestazione vengono gestite dalla Provincia?
  • Il Patrimonio dell’ex Comunità Montana e in dote alla delega della forestazione, è sempre in trattativa?
  • Cosa resterà in gestione all’Unione?
  • I dipendenti assegnati alla forestazione, da chi vengono, ad oggi, gestiti?
  • Per quanto tempo ancora?
  • Viene loro garantita continuità lavorativa e regolarità nei pagamenti degli stipendi?

A presto?

Meetup Montagna a 5 Stelle

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento