BERINI (FI): «LA GIUNTA? VIVE ALLA GIORNATA»

Flavio Berini
Flavio Berini

QUARRATA. Il consigliere comunale di Forza Italia Flavio Berini interviene sulla questione della guardia medica, su alluvioni, rifiuti e economia. Lo ha fatto postando un messaggio sulla sua pagina facebook:

Il problema della guardia medica è un problema come tanti altri che a Quarrata viene affrontato dopo e mai prima. La programmazione dei bisogni della città non esiste, si vive alla giornata…

Guardiamo se ho ragione:

1 – delle alluvioni ci si accorge solo quando le case sono state allagate anche senza che i fiumi siano straripati e gli argini franati. Tutti sanno che le fosse otturate o cancellate, il rialzamento dei terreni, le impermeabilizzazioni, i trattamenti chimici, le calle dei fossi che non funzionano portano l’acqua in casa. Spetta solo al Comune vigilare, programmare e prendere provvedimenti. Inutile poi invocare “la somma urgenza” per farsi pagare le spese dalla Regione, essa non esiste. Esiste solo il fatto che non si fanno le cose che servirebbero in caso di piogge incessanti. Nonostante l’accaduto, 3 alluvioni in 2 anni, ancora si trascura il problema e non si pensa di sistemare il territorio. Si fa affidamento alle casse d’espansione e non si vuole capire che prima l’acqua entrerà nelle case e poi si riverserà nella cassa d’espansione.

2 – del Cis che non funziona e che ha bilanci ballerini. Nonostante le continue rimostranze, non si fa niente, se non aumentare le tariffe. Il Comune è stato consenziente, a stipulare un mutuo di 25 milioni per raddoppiare l’inceneritore quando già si pensava alla raccolta differenziata che diminuisce il materiale da bruciare di oltre il 50%. Ma che tipo di programmazione è questa? Ditemelo voi che io non riesco a capirla.

3 – L’economia a Quarrata non va e se ne prende conoscenza solo quando Quarrata è diventata una città fantasma, come le famose città dell’oro nel far west. Ci si nasconde dietro l’alibi della crisi, ma nel tempo non è stata fatta alcuna politica per creare strutture idonee alla bisogna, almeno per alleviare gli effetti della crisi. Si è pensato di fare “Abitare l’’Arte” che non serve a niente. Si parla di 5/6 persone che attualmente sono in cottura ad un costo enorme, quando abbiamo a Firenze Università e centri idonei, quasi gratis, che operano in aiuto alle aziende che hanno bisogno di innovarsi e stare sul mercato.

Potrei andare avanti all’infinito, ma è inutile parlare.

Pertanto la guardia medica rientra in questo discorso generale e solo dopo che è stata portata via si vuole che ritorni a Quarrata. Penso a tutti quegli illusi che aspettano ancora il pronto soccorso, il ricovero per gli anziani, le strade di congiungimento etc. etc.

Devo dedurre che questi amministratori ed i precedenti non hanno avuto e non hanno capacità di analisi. Infatti hanno presentato il piano programmatico di sviluppo quinquennale 2014-2018 che non contiene alcuna strategie politica. È un programma di sole belle parole, buone intenzioni e copia incolla di altri lavori. Si ferma qui e non si rileva altro.

Buona fortuna Quarrata! Ce n’è bisogno!

 redazione@linealibera.info

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento