BERTINELLI E VANNI SALVERANNO IL NUOTO PISTOIESE. CONVINTISSIMI: VOI NO?

Giulia Gabbrielleschi
Giulia Gabbrielleschi

PISTOIA. Dice che sia una prassi tipicamente italiana: se c’è una cosa che va bene, faranno in modo che s’inceppi, che non vada più troppo bene.

Noi, eterni illusi, non ci crediamo: no, non possiamo pensare che sia anche il caso della Nuotatori Pistoiesi, autentica eccellenza (tra le molte false sbandierate eccellenze… e finiamola anche di definirle tali!) del nostro territorio che, chissà come chissà perché, ogni anno di questi tempi corre il rischio… di scomparire.

Sì, avete capito bene: di cessare l’attività. Stop, fine. E questo nonostante abbia consentito e consenta a decine di migliaia di pistoiesi di nuotare, ad alcuni di loro di curarsi attraverso la pratica natatoria, ad altri di divenire agonisti sino a raggiungere traguardi inizialmente impensabili.

Ha trascorsi, un presidente, Giancarlo Lotti, e un tecnico, Massimiliano Lombardi (supportato dalla bravissima assistent coach Alice Ieri), che fossimo in Francia sarebbero esaltati un giorno sì e l’altro pure, vanta attualmente 4 atleti nelle varie Nazionali azzurre (per ordine d’età Alice Nesti, Niccolò Bonacchi, Giulia Gabbrielleschi e Yari Venturi), ha un patrimonio di esperienze inestimabile.

Tutto ciò sebbene non abbia un impianto ad hoc, si prepari e nuoti in strutture inadeguate, sia costretta a gareggiare sempre fuori casa, con costi e spese che lievitano costantemente. In buona sostanza, se tutto andasse bene, come finora le è riuscito pur tra mille ostacoli, sarebbe fenomenale. Fenomeno vero, non gonfiato per esigenze di marketing.

Per non morire, in settimana la dirigenza della “Pistoiesi” si è appellata al sindaco di Pistoia, Samuele Bertinelli, e al presidente della Provincia, meglio sarebbe scrivere al “traghettatore della Provincia” visto che dovrebbe andare, quella sì, a morire, Rinaldo Vanni. Bertinelli, che parrebbe già in campagna elettorale (un anno e mezzo passa in fretta), vista la frettolosa asfaltatura di strade e stradine mai prese in considerazione prima, avrebbe rimandato la palla alla Provincia.

Sa bene, in realtà, che con lo sport si gioca molto della probabile rielezione e dire se ne occupino gli altri, non gli gioverebbe in termine di popolarità (e di conseguenti voti): crediamo che stia lavorando sottotraccia. Far decidere al primo cittadino di Monsummano Terme, ove tra l’altro si pratica nuoto a buoni livelli, beh è altrettanto rischioso.

In primis perché non sembrerebbe la persona più indicata (senza offesa, che cosa ne sa dello sport pistoiese?), secondariamente… meglio lasciar perdere (la dietrologia non ci piace). Riteniamo che sia Bertinelli che Vanni si daranno veramente da fare per salvare quel che è un capitale, sociale e sportivo, di Pistoia e dintorni.

Anzi, ne siamo certi. Voi no?

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento