BERTINELLI: «SOLIDARIETÀ E VICINANZA AL SINDACO DI CASAL MONFERRATO»

Samuele Bertinelli
Samuele Bertinelli

PISTOIA. Stamani, il sindaco di Pistoia Samuele Bertinelli ha inviato una lettera di solidarietà e di vicinanza al sindaco di Casale Monferrato, a seguito della sentenza-Eternit: “Ti scrivo – scrive Bertinelli nella lettera – per esprimerTi la più sincera solidarietà e la più sentita vicinanza, mia e dell’intera amministrazione comunale, per l’impegno che instancabilmente, da anni, la Tua città sostiene al fine di avere giustizia di un disastro ambientale che tanti, troppi lutti ha causato e che non sarà certo cancellato da una pronuncia della magistratura.

“Come sai, anche la comunità pistoiese ha conosciuto e conosce, purtroppo, il dolore provocato dalle morti per malattie causate da esposizione ad amianto. Anche per questo, Pistoia ha sempre seguito con attenzione e commossa partecipazione la dolorosa vicenda di Casale Monferrato. La determinazione con la quale, adesso, hai riaffermato la volontà di proseguire la battaglia per la tutela della Tua città rappresenta per tutti noi un esempio di dignità e civiltà. Un fraterno abbraccio”.

[comune pt]

A ONOR DEL VERO 

BERTINELLI PERÒ si è dimenticato di dire che il Sindaco Lido Scarpetti e un suo consigliere – Stefano Bindini –, entrambi ex operai Breda, non furono altrettanto esempi di affermazione della volontà di condurre la battaglia per la tutela della città e del diritto alla vita; ma preferirono astenersi dal costituirsi parte civile al processo per l’amianto che si celebrò a Pistoia e che finì come ognun sa.

Linee Future

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “BERTINELLI: «SOLIDARIETÀ E VICINANZA AL SINDACO DI CASAL MONFERRATO»

  1. Direttore,
    sarebbe oltremodo riprovevole fare di questo argomento motivo di disputa politica.
    Il Sindaco Bertinelli, però, dovrebbe ben comprendere che a fronte di una causa c’è sempre un effetto e la situazione e le condoglianze urbane che il medesimo esprime, non lo esimono da una corresponsabilità “morale” poltica che ha un sigillo ben definito e che lui non pone all’attenzione popolare. Anche a Pistoia, con le nostre officine San Giorgio, poi Breda, il problema non è terminato. L'”alieno”, come lo chiama Oriana Fallaci, è stato accettato, subito e tollerato dal partito di maggioranza che governa la nostra Città da quando ero bambina. Qualcosa significherà?
    Allora,che possiamo dire? Facciamo come Catullo o Seneca e ce la caviamo con un “Ave atque vale”?
    Spieghi Lei, per cortesia, se lo ritiene opportuno, perchè io non saprei cosa altro dire. Sono disgustata da certe “prefiche” e da certi giovani, nati già vecchi.
    Mi scusi lo sfogo.

Lascia un commento