BETTI: «NO ALLA CHIUSURA DELL’UFFICIO POSTALE DI TOBBIANA»

Tobbiana di Montale
Tobbiana di Montale senza ufficio postale

MONTALE. Il sindaco di Montale, Ferdinando Betti, ritiene gravissima l’ipotesi di chiusura di 80 uffici postali in tutta la Toscana comunicata a Firenze da Poste Italiane durante un incontro con le organizzazioni sindacali di categoria. La notizia arriva inaspettata, visto che nessun tipo di comunicazione è giunta all’amministrazione comunale montalese e la possibilità che tra gli 80 uffici per cui è prevista la chiusura ci sia anche quello di Tobbiana è stata appresa dalla stampa quotidiana.

Betti ha immediatamente contattato la direzione provinciale di Poste Italiane chiedendo chiarimenti e manifestando la completa contrarietà alla chiusura dello sportello nella frazione collinare, tanto più che, appena nel 2012, è stato chiuso quello di Fognano. A quella chiusura l’amministrazione ha cercato di supplire con l’apertura di Ecco Fatto, ma chiudere anche Tobbiana significherebbe collassare l’ufficio di Montale Capoluogo, in quanto adesso sull’ufficio della frazione collinare gravitano le utenze di Fognano e, spesso, nei giorni di grande affluenza, anche quelle del Capoluogo.

Senza parlare delle enormi difficoltà in cui si verrebbero a trovare le fasce deboli della popolazione, quali gli anziani o le persone con difficoltà motorie e quindi con problematiche di spostamento. L’Amministrazione ha quindi richiesto a Poste Italiane l’invio formale del piano industriale e ribadisce la sua completa fermezza a contrastare le previsioni in esso contenute al pari di quanto già annunciato da altri Comuni.

[comune montale]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento