biblioteca san giorgio. UN OMAGGIO AGLI AGRICOLTORI PISTOIESI CHE HANNO PRESO PARTE AI DUE CONFLITTI MONDIALI

L'incontro si terrà domani mercoledì 6 marzo alle 17 in sala Bigongiari. Sarà presente l’autore Giampiero Gelli
Pistoia e gli agricoltori delle famiglie Gelli, Bianchi e Nesti chiamati alle armi nella I e II guerra mondiale

PISTOIA. Verrà presentato domani mercoledì 6 marzo, alle 17, nella sala Bigongiari della biblioteca San Giorgio, il libro Pistoia e gli agricoltori delle famiglie Gelli, Bianchi e Nesti chiamati alle armi nella I e II guerra mondiale di Giampiero Gelli. Insieme all’autore intervengono all’incontro l’avvocato Laura Barsanti e l’agronomo Carlo Vezzosi autore di numerosi libri sul vivaismo.

Il volume contiene una raccolta di documenti conservati nel Museo storico documentale dell’agricoltura e del vivaismo annesso all’azienda agricola Gelli. Con questo testo l’autore, titolare dell’azienda e responsabile del museo, vuole rendere omaggio agli agricoltori della sua famiglia che nel corso del Novecento hanno partecipato ai due conflitti mondiali.

Quella degli agricoltori chiamati alle armi è una delle tante sezioni contenute nel museo, i cui ambiti spaziano dalla cultura alimentare alla linguistica, dai documenti amministrativi a quelli relativi al lavoro agricolo (allevamento del bestiame, orticoltura, viticoltura, agricoltura, vivaismo), dalle carte della famiglia a quelle sulle attività sociali e benefiche sostenute dai suoi membri.

L’incontro fa parte di Leggere, raccontare, incontrarsi. Scrittori per passione, un nuovo ciclo di presentazioni organizzate da biblioteca San Giorgio e biblioteca Forteguerriana, che a partire dall’autunno 2018 affianca il tradizionale Autori e storie pistoiesi.

È dedicato a scrittori locali esordienti e scrittori non professionisti che scrivono per passione.

Giampiero Gelli è imprenditore agricolo professionale, titolare dell’Azienda agricola storica Gelli. È fondatore e titolare del complesso archivistico documentale della famiglia Gelli dal 1517 ad oggi, una raccolta di circa ottomila documenti relativi all’attività dell’azienda agricola conservati e consultabili presso il museo dell’azienda stessa. Nel 2015 ha curato il Vocabolario di storia dell’agricoltura e della cultura contadina di Pistoia.

[comune di pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email