BILLERO: «IL COPIT CHIARISCA CERTI SUOI COMPORTAMENTI»

Preoccupazione di Rifondazione Comunista sul ritiro, inatteso e improvviso, di tutti i libretti di bordo che fanno parte della documentazione obbligatoria in dotazione ai mezzi
Rosalia Billero
Rosalia Billero

PISTOIA. A seguito di molti articoli pubblicati sulla stampa locale, Rifondazione Comunista desidera proporre spunti di riflessione su una questione di cui si è occupata anche la I Commissione Consiliare in due recenti sedute, alle quali la sottoscritta ha partecipato.

In entrambe le riunioni sono stati affrontati problemi delicati, come si evince da quanto è stato riportato negli articoli di giornale.

La loro serietà, presa in esame in una sede istituzionale, riguarda la gestione quotidiana dei bus in servizio, utilizzati da un’Azienda Partecipata dell’Amministrazione Comunale di Pistoia.

Il fatto che Copit SpA ha inviato dichiarazioni ed osservazioni in via prioritaria agli Organi di Stampa, invece che al Sindaco, genera, a mio modo di vedere, perplessità in ordine all’opportunità di questa scelta dell’Azienda.

In secondo luogo, mi permetto di esprimere la preoccupazione di Rifondazione Comunista sul ritiro, inatteso ed improvviso, di tutti i libretti di bordo, che fanno parte della documentazione obbligatoria in dotazione ai mezzi e che sono stati, finora, sostituiti ad esaurimento delle pagine.

Rimango in attesa che Copit SpA dia motivazioni sufficienti a risolvere le problematiche descritte ed a fugare dubbi che la stessa ha, suo malgrado, insinuato.

Rosalia Billero, Capogruppo Rifondazione Comunista / Fds Consiglio Comunale Pistoia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento