BLITZ PIAZZA D’ARMI, BERTI (CASAPOUND): «ARRESTI RICHIEDENTI ASILO CERTIFICANO FALLIMENTO DELLE POLITICHE DI ACCOGLIENZA»

Il presidio di CasaPound in Piazza d’Armi

PISTOIA. Il blitz anti-spaccio operato dai Carabinieri in Piazza d’Armi ha portato all’arresto di sei cittadini extracomunitari tutti richiedenti asilo.

Sul fatto interviene Lorenzo Berti, candidato sindaco di CasaPound Italia: “Si tratta dell’ennesima certificazione del fallimento di politiche di accoglienza e progetti di integrazione. Gli arrestati infatti sono tutti immigrati ospiti dei centri di accoglienza sul territorio della nostra provincia.

“Per quanto ancora dovremo continuare a pagare vitto e alloggio agli spacciatori solo perché richiedono asilo politico? Oggi più che mai riteniamo corretta la nostra linea intransigente sullo stop all’accoglienza migranti, d’altronde che la situazione in Piazza d’Armi fosse diventata insostenibile era evidente già da tempo.

“Solo tre settimane fa avevamo organizzato insieme ad alcuni residenti un presidio proprio contro lo spaccio ed il degrado”.

[casapound pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento