BOLLETTINO CARABINIERI 10 SETTEMBRE

cc-carabinieriCOMPAGNIA CC DI PISTOIA

PISTOIA. DENUNCIATO IN STATO DI LIBERTÀ PER CONCORSO IN RAPINA IMPROPRIA. In data odierna, a conclusione delle indagini avviate dai Carabinieri del Norm della Compagnia di Pistoia è stato individuato e denunciato in stato di libertà il complice del marocchino tratto in arresto il giorno 8 u.s. per rapina impropria avendo aggredito un dipendente cinese del negozio “Casa & Casa”, di via Fermi a Pistoia, con lo scopo di assicurarsi la fuga dopo aver eseguito una serie di furti di vari capi di abbigliamento ai quali aveva preventivamente rimosso il sistema di antitaccheggio.

Si tratta di un cittadino marocchino, E. H., di anni 31 che nella vicenda ha svolto il cd. ruolo del “palo” e che ora dovrà rispondere di concorso nel reato di rapina impropria.

COMPAGNIA CC DI MONTECATINI

BUGGIANO. ARRESTATO DIETRO ORDINE DI CUSTODIA CAUTELARE PER FURTO AGGRAVATO, AI DOMICILIARI. Il 14 u.s. i carabinieri della stazione di Buggiano a seguito di un mirato servizio traevano in arresto B.V.O. 23enne pregiudicato argentino sul cui conto gravava un ordine di custodia cautelare decretata dal Gip di Pistoia il 21 febbraio u.s. poiché ritenuto responsabile del reato di furto aggravato. Lo stesso si trova ora agli arresti domiciliari.

MOSUMMANO. ARRESTATO PER AGGRESSIONE, VIOLENZA, RESISTENZA E LESIONI E PORTO DI ARMI IMPROPRIE. In data odierna i carabinieri di Monsummano dovevano intervenire per prestare soccorso ad una pattuglia della Polizia Municipale aggredita da un cittadino albanese che si era asserragliato in casa per impedire all’ufficiale giudiziario di dare esecuzione allo sfratto esecutivo che gravava nei suoi confronti per aver abusivamente occupato una abitazione di proprietà del comune unitamente alla coniuge e a due figli minori.
Nella circostanza, però, il 49enne passava all’aggressione fisica anche dei carabinieri intervenuti in ausilio della pattuglia della P.M. di Monsummano T. e quindi veniva tratto in arresto per violenza resistenza e lesioni in danno dei quattro pubblici ufficiali intervenuti. Gli stessi poi hanno dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari di Pescia che li hanno giudicati guaribili in pochi giorni.
Si è anche accertato che il giovane esagitato albanese occultava sulla sua persona un pugnale e tre coltelli da cucina posti tutti sotto sequestro penale.
Lo straniero in questione si trova ora ristretto presso il carcere di Pistoia a disposizione della A.G.

[l/a-s/m – carabinieri]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento