BOLLETTINO CARABINIERI 26 LUGLIO

COMPAGNIA CC. DI PISTOIA

cc-carabinieriPISTOIA E PIANA. Il 23 u.s., la compagnia Carabinieri di Pistoia predisponeva un servizio coordinato notturno sul territorio che vedeva impegnate le pattuglie di tutte le stazioni dipendenti.
Durante tale servizio venivano controllate ed identificate numerose persone una delle quali arrestata e due denunciate a piede libero.
QUARRATA. ARRESTO DI PREGIUDICATO PER FURTO AGGRAVATO. La stazione traeva in arresto un cittadino rumeno di anni 35, dimorante a Quarrata, con vari precedenti penali, perché è risultato gravato da un ordine di carcerazione, emesso dalla locale A.G. il 05.07.2014, in relazione ad una condanna pregressa ad anni uno e mesi due di reclusione per furto aggravato lo stesso si trova già ristretto presso il carcere di Pistoia.
MONTALE. DENUNCIA A PIEDE LIBERO DI PREGIUDICATI. La stazione denunciava in stato di libertà due cittadini rumeni rispettivamente di anni 20 e anni 48, entrambi pregiudicati, perché trovati in possesso di un frullino tagliaferro, due ricetrasmittenti e maschere per il travisamento del volto, per il reato di possesso senza giustificato motivi di arnesi atti allo scasso e per porto di oggetti atti ad offendere.

PISTOIA/BOTTEGONE. MALTRATTAVA LA FAMIGLIA. Il 22 corrente i carabinieri della Stazione di Bottegone  eseguivano l’ ordinanza applicativa della misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare emessa 17.07.2014 dal Tribunale di Pistoia, nei confronti di un 44enne rumeno residente a Pistoia, sul cui conto gli stessi carabinieri avevano svolto le indagini che hanno consentito di ritenerlo responsabile dei reati di maltrattamento in famiglia violenze varie commesse in danno della 59enne coniuge dal 2011 ad oggi. Nei confronti della donna è stato attivato anche il noto protocollo rosa che ha interessato i servizi sociali e i centri anti violenza del territorio comunale.

 

COMPAGNIA CC DI MONTECATINI

 

Durante gli intensificati servizi di pattugliamento delle vie cittadine e rurali svolti in questo scorcio di fine settimana dai Carabinieri della Compagnia di Montecatini, anche in arco notturno, venivano identificate numerose persone alcune delle quali arrestate e/o denunciate a piede libero. In particolare:
IL 25 U.S. ASSICURAZIONE FALSA. Durante la notte, i carabinieri del Norm di Montecatini T. individuavano uno straniero sospetto di nazionalità rumena al quale è stato sequestrato in via amministrativa il mezzo privo di certificato assicurativo perché falsificato. Lo stesso, infatti, al fine di eludere i controlli si era munito di un falso certificato di assicurazione ed ora oltre al sequestro del mezzo dovrà rispondere anche del reato di falso in scrittura privata.
FURTO E DROGA. Nel corso della stessa notte il predetto Norm individuava un altro rumeno sospetto di anni 23, il quale è poi risultato in possesso di una bicicletta provento di furto avvenuto a Pieve a Nievole il 21 u.s. Per tale motivo quest’ultimo dovrà rispondere del reato di ricettazione. Lo stesso veniva trovato in possesso anche di sostanze stupefacenti (marijuana) in quantitativo ritenuto destinato ad uso personale e per tale motivo è stato segnalato all’autorità Prefettizia.
IL 24. U.S. DENUNCIA A PIEDE LIBERO PER FALSO IN SCRITTURA PRIVATA. Sempre i CC del Norm denunciavano in stato di libertà il conducente di un autocarro per il reato di falso in scrittura privata. Lo stesso infatti per dissimulare la mancata copertura assicurativa del proprio autocarro esibiva, alla pattuglia del Norm che lo fermava per un controllo, un certificato falso. Allo stesso è stato perciò sequestrato il mezzo e contestata anche la relativa sanzione amministrativa.
DENUNCIA A PIEDE LIBERO PER RICETTAZIONE. Sempre il Norm, la sera del 25 u.s. denunciava in stato di libertà, per ricettazione e commercio di articoli con marchio contraffatto, un pregiudicato senegalese di anni 28. Lo stesso veniva sorpreso nell’atto in cui poneva in vendita, per le vie del centro di Montecatini, 15 paia di scarpe con marchi contraffatti. La merce si trova ora sotto sequestro a disposizione della A.G.
ARRESTO PER RAPINA. Il 24 u.s., durante l’orario di pattugliamento pomeridiano del territorio i carabinieri del Norm di Montecatini sottoponevano a controlli un cittadino rumeno sospetto, di anni 31, traendolo in arresto. Lo stesso, infatti, da un controllo in banca dati FF.PP. è risultato gravato da un mandato di arresto europeo emesso dalla A.G. del proprio Stato di origine perché ritenuto responsabile di una rapina. L’arrestato si trova attualmente ristretto presso il carcere di Pistoia a disposizione della A.G.
DENUNCIA PER DROGA E RICETTAZIONE. Il 22 ed il 23 u.s. i carabinieri della Stazione di Pescia nell’eseguire alcuni controlli presso la locale stazione ferroviaria individuavano due stranieri di nazionalità rumena dal fare circospetto sottoponendoli a perquisizione. Gli stessi venivano trovati in possesso di due siringhe con residui di sostanze stupefacenti verosimilmente eroina e di generi alimentari vari risultati poi provento di furto in danno, avvenuto il giorno precedente, in danno del supermercato Esselunga di Pistoia e Pescia.
La refurtiva per un valore di circa 200 euro è già stata restituita ai derubati mentre per i due è scattata la denuncia per ricettazione e la segnalazione per uso personale della citata sostanza stupefacente.
LAMPORECCHIO. DETENZIONE DI ARMI. Il 24 u.s. i carabinieri della stazione di Lamporecchio, nell’ambito delle attività amministrative finalizzate a verificare il possesso e la legittima detenzione di armi, eseguivano alcuni controlli domiciliari nel corso dei quali rilevavano delle irregolarità, in danno di un nuovo residente, concernenti la mancata denuncia del trasferimento delle armi dal vecchio luogo di legittima detenzione al nuovo.
La violazione in parola comporta anche sanzioni accessorie quali il sequestro dell’arma e l’avvio del procedimento per il diniego dell’autorizzazione alla detenzione di armi.
In relazione alle stringenti norme che regolano la detenzione ed il porto delle armi in genere, ma soprattutto quelle da sparo, si richiama la necessità che i cittadini adempiano tempestivamente alle incombenze previste dalle norme, al fine di non incorrere in sanzioni penali ed amministrative che spesso sono sottovalutate perché ritenute erroneamente lievi.
PESCIA. DENUNCIA A PIEDE LIBERO PER TRUFFA AGGRAVATA E FALSO. Il 23 u.s. nell’ambito delle attività avviate per verificare la regolare presenza negli alloggi popolari degli effettivi assegnatari, i carabinieri della Stazione di Pescia, a conclusione degli accertamenti predisposti a tale scopo, denunciavano in stato di libertà un cittadino rumeno di anni 52enne separate con pregiudizi penali perché ritenuto responsabile del reato di truffa aggravata e falso ideologico in danno di ente pubblico. Infatti lo stesso era riuscito, con delle attestazioni mendaci, ad ottenere l’assegnazione di un alloggio popolare che poi aveva sub-affittato illegittimamente a terzi. Lo stesso si faceva anche rimborsare i consumi delle utenze domestiche rimaste intestate a lui nel tentativo di celare all’amministrazione la cessione dell’immobile a persone prive dei previsti requisiti di legge.
A Pistoia i Carabinieri hanno segnalato all’amministrazione comunale la possibilità del verificarsi di analoghe irregolarità. La crisi che morde ogni settore produttivo, infatti, non risparmia nemmeno gli stranieri che fruiscono di alloggi popolari i quali, in alcuni casi, sembra si siano organizzati facendo rientrare in patria i propri nuclei familiari continuando a fruire degli alloggi popolari di cui subaffittano alcune stanze a connazionali celando le mutate condizioni familiari al gestore degli alloggi popolari ed all’amministrazione comunale.

 

COMPAGNIA CC DI SAN MARCELLO PISTOIESE

 

PRACCHIA. ARRESTO. Il 22 agosto u.s. i Carabinieri di Pracchia si recavano presso la Comunità Incontro – Collina 2, traendo in arresto C.M., trentaquattrenne di origini romane, in esecuzione dell’ordine di sospensione di affidamento ai servizi sociali disposto dal Giudice di Sorveglianza di Firenze, in relazione alle condotte assunte dall’interessato, ritenuto non meritevole dei benefici cui era stato ammesso. Attualmente si trova ristretto presso il carcere di Pistoia

[s/m – carabinieri]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento