bolognini. “ERA IERI”, A TEATRO CON SCUOLA E FAMIGLIA

“Era Ieri”. 1 [foto Jacopo Niccoli]
“Era Ieri”. 1 [foto Jacopo Niccoli]
PISTOIA. Per la prima domenica del mese di gennaio, Pistoia Capitale italiana della cultura ospita un nuovo appuntamento della rassegna “Piccolo Sipario”, il cartellone di teatro per le scuole e le famiglie, promosso fino ad aprile al Piccolo Teatro Mauro Bolognini di Pistoia dall’associazione Teatrale Pistoiese, con il Comune di Pistoia, Mibact, Regione Toscana ed il sostegno importante di Unicoop Firenze.

La rassegna è realizzata anche grazie al contributo di due aziende del territorio, Città del Sole di Pistoia, da vari anni a fianco di “Piccolo Sipario” e gelateria Monterosa, partner anche della stagione teatrale del Manzoni.

Protagonista domenica 8 gennaio (ore 16; repliche per le scuole lunedì 9 e martedì 10) il Teatro delle Briciole/Solares Fondazione delle Arti con Era ieri,  lo spettacolo scritto a quattro mani da Agnese Scotti e Beatrice Baruffini e da quest’ultima interpretato assieme all’attore pistoiese Simone Evangelisti.

Lo spettacolo indaga il confine tra scienza e teatro, partendo dalle figura del dinosauro, immancabile presenza nell’immaginario dei bambini (fascia d’età 3/7 anni).

Un osso viene ritrovato e si scopre che appartiene a un apatosauro vissuto milioni di anni fa. L’animale prende vita riportandoci indietro nel tempo, quando sulla terra c’erano pochi colori, il clima cambiava improvvisamente e dominavano i dinosauri. In scena un tavolo apparentemente normale e due paleontologi-attori che danno vita al racconto, attraverso l’uso di pochi oggetti simbolici.

“Così come fanno i paleontologi, che interpretano i segni del passato da un punto di vista scientifico, anche noi – spiega la compagnia – abbiamo voluto dare una nostra interpretazione. Abbiamo scelto le teoria che più ci affascinavano, quelle ancora sospese, quelle già scartate, perché anche i dubbi, le domande, le insicurezze della scienza si prestano all’arte in modo significativo. Questo spettacolo è nato fondendo scienza e teatro e in questa fusione abbiamo immaginato nuove teorie, nuove possibilità, nuove risposte”.

“Era Ieri”. 2 [foto Jacopo Niccoli]
“Era Ieri”. 2 [foto Jacopo Niccoli]
“Nessuno ha mai saputo dire con certezza di che colore fosse la pelle dei dinosauri, così il nostro protagonista è bianco. Un colore incompleto per i bambini, che subito viene voglia di colorare. La somma di tutti i colori, così che ognuno possa immaginare il suo. Nessuno sa realmente perché si siano estinti. Ma l’arrivo del meteorite è la fine eccezionale che i dinosauri meritano. Il gran finale, una morte stupenda, unica, mitica della quale non abbiamo potuto fare a meno. Questo spettacolo finisce così, inevitabilmente, per parlare della fine, fin dall’inizio”.

Era Ieri è il primo capitolo della “Trilogia disumana”, che comprende tre creazioni, la prima sul passato, la seconda sul presente, la terza sul futuro. Tre storie che hanno come protagonisti rispettivamente i dinosauri, i robot e gli alieni. Tre storie senza l’uomo, che possono essere definite “anti antropocentriche”.

“Abbiamo azzerato l’umanità dell’uomo – aggiungono le due autrici – perché volevamo ri-vederlo senza tutto quello che ci siamo accumulati addosso in millenni di civiltà (e inciviltà). Dei ‘disumani’ ci è piaciuto il loro essere ancora alla prima volta. È necessario immaginarci queste altre vite per trovare altri modi per stupirci nuovamente di quello che siamo noi, qui, su questa terra, adesso”.

La prevendita per le recite familiari è aperta alla biglietteria del Teatro Manzoni 0573 991609 – 27112  (dal 3 gennaio), domenica 8 dalle 15 direttamente al Piccolo Bolognini e sul sito www.teatridipistoia.it.

[marchiani – atp]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento