bombe a mano. ANCHE LA BONAFÈ HA IL “LIBRO DEI MORTI”

L’ufficio comunicazioni della deputata non l’aveva informata delle assenze del suo candidato Vannuccini: l’abbiamo fatto noi. Il dossier anche ai due consiglieri Pd in Regione Toscana (che però non hanno ringraziato)
Simona Bonafè è arrivata alla sede del comitato elettorale

AGLIANA.  Il dossier è stato tirato in tre copie, e la deputata Simona Bonafè l’ha preso e ci ha ringraziato, probabilmente non avendo chiaro di cosa si trattasse.

Simona Bonafé leggerà domani il “Libro dei Morti” su Agliana

Chi scrive ha tentato di chiedere spiegazioni sullle assenze del candidato che vuole guidare Agliana, ma nessuno ha risposto e neanche Massimo Vannuccini ha voluto spiegare, spostando l’argomento sulla nostra intensa attività giornalistica, a suo parere, partigiana e poco fedele alla realtà dei fatti.

Se ne faccia una ragione: legga l’articolo 21 della Costituzione.

Il candidato Vannuccini non ha bisogno di controllare le delibere della Giunta dalle quali risulta che lui è stato assenteista per 100 atti su 107: un risultato autentico di grande rilevanza politica per chi vuole dare il “massimo per la cittadinanza”.

Il “massimo” dell’assenteismo di un politico che ha dimostrato di essere telecomandato dai “pupari” pistoiesi: infatti, non c’erano né Paolo Magnanensi, né Rino Fragai.

Valentina Noligni, anche lei una “Grande Assente” dalle giunte, sfugge alle fotografie

La deputata Bonafè in mise vannucciniana, leggerà domani il “Libro dei Morti”

Buffet democratico

Il Puparo era assente

Freddezza tra i presenti che hanno visto bene di non permettere un intervento della stampa rappresentata da noi e da Piervittorio Porciatti, indomito, che aveva pronte due domande: se possono dire quanto sono costati alla cittadinanza e se erano dipendenti di altre aziende.​

La Tonioni sfugge alle nostre fotografie

Vannucci prende il libro ma non risponde alle domande

Buffet democratico

I tre fascicoli delle delibere con Vannuccini assente

Valentina Noligni era elegante nel suo vestito blu, ma con la collega Luisa Tonioni (altra fedifraga che ha abbandonato la Giunta per sabotare il Sindaco della Dignità) non ha voluto concederci foto-ricordo.

Adesso ci siamo: Agliana, potrà scegliere tra il cambiamento o la restaurazione. La parola passa agli elettori che non potranno dire di non avere avuto una informazione completa sulla malagestione dell’amministrazione piddìna.

Alessandro Romiti
[alessandroromiti@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “bombe a mano. ANCHE LA BONAFÈ HA IL “LIBRO DEI MORTI”

Comments are closed.