BONIFICA E SICUREZZA IN AREA S. JACOPO: LA SOLITA POLITICA “DEL FARE CHE NIENTE FA»

Il video-denuncia
Il video-denuncia

PISTOIA. Bilancio: quando abbiamo letto che la spesa per la bonifica dell’area nomadi sarebbe stata considerata solo nel 2016 siamo trasaliti, ma ve ne sono buoni motivi e per più aspetti, sia tecnici che sociali; nel 2013 come Movimento 5 Stelle abbiamo depositato denuncia contro ignoti per la situazione di discarica abusiva persistente nell’area che ospita anche i cittadini Rom e utilizzata come tale negli ultimi 40 anni, non solo dai nomadi ma anche da chi ha sfruttato la loro presenza per scaricare di tutto e di più, comprese le eventuali responsabilità.

Né dalle amministrazioni precedenti né dall’attuale, neanche dopo la nostra denuncia, sono state ancora fatte azioni o analisi di terreno e di acqua dalle falde più superficiali, ma quest’anno in Bilancio sono comunque stati stimati 640.000 € iniziali “standard”, cioè: intanto iniziamo poi si vedrà… La solita politica “del fare” che niente fa.

Per l’occasione abbiamo presentato un emendamento che richiamava alla necessità di portare la voce “bonifica area nomadi” dal 2016 al 2014. La dirigente Carosella ha dato parere tecnico negativo e questo non ci è molto piaciuto né per la breve risposta né per le astratte motivazioni addotte al diniego; infatti, riprendendo la parola in più occasioni, sono andato a giustificare il dissenso a tale valutazione adducendo il fatto che in tale area non sono stati fatti carotaggi o esami, i quali sarebbero stati necessari per determinare il preventivo di spesa, iniziale o totale.

C’è la necessità di sapere da che tipo di inquinamento eventualmente è interessata l’area superficiale e di falde, soprattutto perché le prese dell’acquedotto non sono lontanissime ed è la cosa che ci preoccupa di più.

Ai tempi del nostro sopralluogo facemmo anche un video (vedi) della discarica dettagliando il visibile, quello che ci preoccupa è però la parte invisibile.

Nonostante il parere tecnico negativo il Sindaco è intervenuto e, tra le righe del suo intervento, si è preso l’impegno di effettuare l’opera di bonifica quando se ne presenti la possibilità economica al di là della previsione per il 2016.

Soddisfatti parzialmente da questa “parola data” abbiamo ritenuto di ritirare l’emendamento, che comunque sarebbe arrivato ad un eventuale voto e conseguente bocciatura visti i numeri di maggioranza e opposizione. Abbiamo in quel frangente messo la lente sull’intervento del Sindaco con la raccomandazione verbale di rispettare le sue parole.

Concludendo, riteniamo fondamentale che sia compreso che fino al momento del trasferimento dei cittadini Rom in nuova zona “residenziale”, per il quale avevamo proposto soluzioni alternative in linea con le direttive europee, non potrà essere fatta non solo la bonifica ma nemmeno la messa in sicurezza idraulica dell’area ospedaliera S. Jacopo sul fronte dei torrenti Brusigliano e Ombrone. Con tutto quello che ne consegue.

[*] – Capogruppo M5S Pistoia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento