bonjour, joseph! PISTOIA “CAPUT [IN]MUNDI”

«Purtroppo, alla fine, il mio voto conta quanto quello di un bischero come quel demente di Joseph josephkappa@***.it». «Parodiando Cicerone: “Homo fit, Mentula nascitur”»
La censura ai censori di Joseph K...
La censura ai censori di Joseph K…

SONO COSTRETTO a tornare, antipaticamente, sul pollaio di ieri, sviluppatosi intorno alla Boschi, all’intervento sdegnato di Massimo Baldi, ai commenti di chi – sgallinando – ha fatto l’urlo di Munch perché – oh, cazzo! – «vous ne pouvez pas parler d’une Ministre de la Répubblique Italienne, merde!». L’autorità è sacra e inviolabile.

E per scendere nel merito “de la merde de la merde” (Crozza avrebbe detto «of the shit of the shit», in bastard chef) – e qui concordo con Baldi quando scriveva «La libertà di stampa e di espressione è una cosa inviolabile. Ma di questa e di altre libertà bisognerebbe fare usi più intelligenti» (vedi) – seguite con attenzione cosa ha fatto ieri un «tête de con» (trad.: testa di cazzo) che, scrivendo, alle 9:59, un intervento personale sull’articolo vivaismo al glifosato. veleni per fare fuori il bertinelli?, e ignorando – perché di capra si deve trattare, alla Sgarbi – che l’accesso ai commenti, grazie a testedicazzo come lui, sono soggetti necessariamente all’approvazione della redazione (ma chi ha un cervello con un solo distorto neurone e con una istruzione da capra non può arrivarci in alcun modo), non avendo visto niente, alle 11:22 ha sdegnosamente tuonato:

OGGETTO MAILCENSURA

Da: Joseph <josephkappa@***.it>
Oggetto: censura
Corpo del messaggio:

Il gran commento di Jaoseph K...
Il gran commento censurato di Jaoseph K…

Egregio prof. Bianchini (in illo tempore insegnante dei miei figli al Forteguerri), mi spiace notare che Lei, autoproclamatosi difensore della libertà di opinione, censuri poche righe di critica all’attuale giunta municipale, non pubblicando quello che ho scritto stamani. Ho sempre avuto una scadente opinione di Lei come insegnante. Ora si aggiunge quella pessima di pseudogiornalista.
Saluti J.
Questa e-mail è stata invita dal modulo presente sul sito
Linee Future (http://www.linealibera.info)

Intanto saluti e egregio se li cacci pure nello sfintère inferiore (ammesso che sappia cos’è). Evidentemente il cretino, che non sa né leggere né scrivere né fare di conto, ma che sa solo pensare con una mente da triceratopo dell’era dinosaurica, non si pone la domanda se esista una moderazione della posta e se, magari, i giornalisti di Linee la mattina siano in giro, come tutti i comuni mortali, per i fattacci loro: no.

L’imbecille presume e desume, tout court, che tutti siano nullafacenti e destinati esclusivamente  all’augusto servizio di un Cazzone come lui (in latino Cazzone si dice Mentula, che in siciliano passa in minchia e in pistoiese minchione): e si scatena rivelando la sua eterna “essenza spirituale”.

Evidentemente, se è vera la storia dei suoi figli al liceo, peccato per lui, deve averli prodotti con la sua stessa materia organica mononeuronica guasta (qualis pater, talis filius = i figli sono come i genitori): peccato che quella sventurata della moglie non gli avesse fatto due corni, ché forse gli sarebbero venuti due bastardi più intelligenti.

Tête de con
Tête de con

Con solare evidenza il suo livore postumo da lobotomizzato che ha votato Bertinelli, avvalora, aldilà delle sue parole da capra-triceratopa, l’idea che gli scarsi risultati filiali (così invisi al genitore tuttora incapace di ragionare) fossero stati ben còlti da chi scrive e inquadrati nelle loro giuste proporzioni scolastiche, quali risultati di poveri pulcini incolpevoli, sì, ma del tutto incapaci come il genitore 1.

Oltretutto l’imbecille innominato/innominabile non sa che, sia pure anonima (e questo la dice lunga…), la sua mail è, come tutte le cose sparse sul web, tracciabile e in grado di poter ricondurre al cretino che, eventualmente, può averla scritta.

Ma la cosa, purtroppo, sta come spesso ho detto e scritto: Dio (che a mio avviso non esiste) è profondamente ingiusto, perché non dà a tutti le stesse qualità: uno è un David e un altro è un Joseph.

Ci pensano poi le sinistre Pd a dare a intendere che siamo tutti uguali. Però io, per esempio (ma neanche Baldi, per questo), non sono (vivaddìo!) come la Boschi.

Anche se, purtroppo, alla fine, il mio voto conta quanto quello di un bischero come quel demente di  Joseph josephkappa@***.it!

Bonjour, Joseph!


P.S. – La vede la differenza fra chi resta anonimo e chi sa firmare? Ci arriva, Joseph?

Parodiando Cicerone: Homo fit, Mentula nascitur. O, se preferisce: Uomini si diventa, Cazzoni si nasce…

[Edoardo Bianchini]

Vedi anche: http://www.linealibera.info/vivaismo-al-glifosato-veleni-per-fare-fuori-il-bertinelli/#comment-7114


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “bonjour, joseph! PISTOIA “CAPUT [IN]MUNDI”

  1. Caro Direttore…Lei ha appena insultato il grande Joseph Conrad nato Józef Teodor Nałęcz Konrad Korzeniowski a Berdyčiv, il 3 dicembre 1857 (Polonia) e naturalizzato inglese?….no?…allora ha fatto bene!
    Massimo Scalas
    PS. il mondo purtroppo è pieno di genitori che pensano ai propri figli come dei geni assoluti, quindi destinati, come statistica vuole, a divenire incompresi dal resto del mondo….ma non sarebbe ora di riaprire scuole professionali serie e di rimettere gli esami d’ammissione per le superiori ? Oltretuttto è così che in Germania sono diventati la prima economia d’Europa.

Lascia un commento